OnePlus 6T e OnePlus 6 hanno iniziato a ricevere nuovi aggiornamenti OxygenOS che introducono le patch di sicurezza di Android che fanno riferimento al mese di maggio 2019.

oneplus 6

Per gli utenti OnePlus 6T la versione prevista è la OxygenOS 9.0.14, mentre OnePlus 6 riceve la OxygenOS 9.0.6. Il nuovo aggiornamento ottimizza anche la qualità fotografica della fotocamera frontale di OnePlus 6T. In particolare, OnePlus ha annunciato l’implementazione dell’ultimo aggiornamento per OnePlus 6T e OnePlus 6 pochi giorni dopo l’introduzione delle nuove versioni OxygenOS Open Beta che hanno portato la Zen Mode, che fino ad oggi sembrava esclusiva per la serie OnePlus 7.

Il lancio dell’update è stato comunicato dalla stessa azienda di Shenzhen tramite un post sul forum. Oltre alle patch di maggio, l’aggiornamento introduce varie correzioni di bug e miglioramenti generali. L’ultima OxygenOS offre il supporto per un rapido abbinamento delle cuffie Bullets Wireless 2 a OnePlus 6T e OnePlus 6. Inoltre, l’update porta con sè miglioramenti relativi alla stabilità e alla compatibilità della connettività Bluetooth complessiva.

“Come sempre, questo OTA sarà incrementale: l’aggiornamento raggiungerà oggi una piccola percentuale di utenti ma inizieremo una distribuzione più ampia in pochi giorni”, ha dichiarato la società nel suo post sul forum.

È possibile verificare manualmente la disponibilità dell’ultima versione di OxygenOS su OnePlus 6T o OnePlus 6 selezionando Impostazioni> Sistema> Aggiornamenti di sistema.

Ma OnePlus non è l’unica azienda che sta provvedendo al rilascio di importanti aggiornamenti per i propri dispositivi. Stando a quanto emerso nelle ultime ore, anche Samsung sta rilasciando un nuovo update per il Galaxy A30, che porta con sé una nuova opzione di registrazione video al rallentatore e una migliore compatibilità con Telegram. La versione del firmware è A305FDDU2ASE5, mentre il peso è di 459 MB. L’aggiornamento, che introduce anche le patch di giugno 2019, per ora è in fase di distribuzione in India, Malesia e Tailandia, ma non è da escludere un lancio globale.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome