OnePlus è uno dei numerosi dispositivi odierni in grado di offrire un programma beta pubblico. Il programma OxygenOS Open Beta, infatti, consente agli utenti di questi smartphone OnePlus di ottenere aggiornamenti con le ultime funzionalità e patch di sicurezza prima del rilascio della versione stabile.

oneplus 5

I due smartphone che l’azienda ha ufficializzato nel 2017 – OnePlus 5 e OnePlus 5T – stanno ottenendo rispettivamente una nuova OxygenOS Open Beta 13 (il primo) e una Open Beta 11 (il secondo). Il punto chiave dell’ultimo aggiornamento riguarda il supporto per Project Treble, che non era affatto scontato. Inoltre, le nuove versioni offrono alcune altre funzionalità e ottimizzazioni, tra cui un’interfaccia utente aggiornata e migliorata.

Il supporto per Project Treble su OnePlus 5 e 5T suggerisce che entrambi i portatili riceveranno aggiornamenti Android più veloci rispetto ai loro predecessori. Google aveva annunciato Project Treble prima di rilasciare Android 8.0 Oreo l’anno scorso per consentire una maggiore velocità negli aggiornamenti software dei dispositivi Android. Gli ultimi modelli Pixel, tra cui Pixel 2 e Pixel 2 XL, includevano già il nuovo sviluppo, ma i telefoni OnePlus (che avevano ricevuto anche gli aggiornamenti Android Oreo) ne erano al momento sprovvisti.

Project Treble è lo strumento che consente l’aggiornamento dei firmware all’ultima versione di Android in maniera molto più rapida e diretta, senza dover implementare modifiche importanti. OnePlus si era rifiutata di fornire il supporto Project Treble sui suoi vecchi smartphone, e questo lasciava pensare che l’azienda avrebbe fatto lo stesso anche con OnePlus 5 e 5T.

Oltre a Project Treble, l’aggiornamento porta con sè miglioramenti e modifiche basati sull’interfaccia utente, come un nuovo design per l’app meteo OnePlus e una nuova interfaccia utente per l’app di sistema. La compagnia ha anche introdotto alcune modifiche all’app Launcher predefinita, che ora include tag di ricerca migliorati, tag di categoria “Nuove installazioni” nella sezione delle applicazioni e un miglioramento dell’elenco di app.