Nuovo iPhone, gli analisti di Morgan Stanley non hanno dubbi: lo smartphone Apple sarà un enorme successo. Ecco i motivi.

iPhone 8

Nuovo iPhone: se le stime di Wall Street sulle potenziali vendite dell’iPhone 8 sono decisamente pessimistiche, c’è chi crede che il nuovo smartphone di casa Apple riscontrerà solo grandi successi. Gli analisti di Morgan Stanley non hanno dubbi su quest’ultimo punto.

Durante un intervento alla CNBC, Kate Huberty della Morgan Stanley ha infatti spiegato che il grande aggiornamento della linea iPhone previsto per fine anno non è stato apprezzato da Wall Steet. E le stime sono da considerarsi purtroppo al ribasso. Un grande errore, fa sapere Huberty. Nelle sue previsioni, le vendite degli iPhone aumenteranno del 20% nell’anno fiscale 2018, contro il 10% previsto da altri esperti di Wall Street.

Il merito di tutto questo successo è ovviamente legato all’iPhone 8 e alle sue nuove caratteristiche: schermo OLED, nuovo design con parte frontale prima di cornici, sensori 3D, ricarica wireless e iOS focalizzato sull’intelligenza artificiale. Non bisogna dimenticare però la nota dolente, ovvero il prezzo. Secondo un recente studio effettuato da Fast Company, l’iPhone 8 verrà infatti lanciato sul mercato con un prezzo pari o superiore ai mille dollari. Tradotto in Italia: mille euro, anche più. Il dispositivo più caro di sempre.

Intanto si apprende che la produzione di iPhone e iPad potrebbe presto spostarsi negli Stati Uniti.A dichiararlo è Liao Syh-jang, CEO di Pegatron. L’azienda sarebbe disposta a spostarsi in territorio americano, a patto che i costi addizionali vengano coperti interamente dal colosso di Cupertino.

Al momento Pegatron svolge tutte le sue attività presso gli stabilimenti localizzati in Cina, Taiwan, Repubblica Ceca e Messico. Inutile sottolinearlo: l’apertura di una nuova sede negli Stati Uniti rappresenterebbe una importante novità per l’azienda taiwanese, ma anche una rivoluzione per l’intero mercato.