Apple non molla e potrebbe lanciare a breve una nuova versione del suo iPhone X: sono due le ipotesi sulla nuova colorazione, dato per scontato che non ci sarà alcun aggiornamento hardware rispetto al modello “base”. Intanto è sempre più vicino l’arrivo dell’iPad di sesta generazione.

iphone x

Lo anticipammo in questo articolo qualche giorno fa: iPhone X potrebbe essere presto riproposto in una nuova versione, con un colore inedito. Una strategia inizialmente non contemplata da Apple, tanto sicura di sé da lanciare il “melafonino del decennale” solo nelle due tinte che oggi conosciamo: space grey e silver.

Le difficoltà inaspettate nelle vendite, che di fatto hanno costretto Cupertino a concludere anzitempo la produzione di massa, generano però nuovi scenari.

E’ Macotakara, sito storico giapponese da sempre una delle fonti più attendibili in quanto a rumors e anticipazioni sulle strategie Apple, a confermarlo. Sarebbero due le ipotesi sul tavolo per iPhone X: oltre al blush gold, l’oro rame di cui continua a parlare il leaker Benjam Geskin e che la scorsa estate in molti davano per certo nella lineup iniziale, prende corpo anche l’ipotesi del (PRODUCT)RED già ammirato su iPhone 8 e 8 Plus.

Una soluzione, quest’ultima, che ha meno riscontri concreti ma che per contro potrebbe trovare maggior consenso tra i fan. Vedremo.

Macotakara, comunque, non si è limitato ad iPhone X. Oggi si parla infatti dell’arrivo dell’iPad di sesta generazione, il successore dell’attuale modello più economico della gamma, lanciato lo scorso marzo e che viene venduto a 409 euro nella sua configurazione base. Il tablet dovrebbe essere lanciato durante il terzo trimestre di quest’anno e non dovrebbe presentare grosse differenze dal punto di vista estetico (esclusa, quindi, la TrueDepth Camera e il riconoscimento facciale in 3D) ma sì garantire – ovviamente – un salto generazionale dal punto di vista dell’hardware.

Ci sarà molta curiosità anche sulla strategia scelta da Apple sul prezzo, considerato che domani, a Chicago, verrà presentato un nuovo iPad “low-cost”, rivolto al settore scolastico e che non dovrebbe superare i 300 dollari a listino.