News

“Nothing”, Carl Pei (ex OnePlus) ufficializza la sua nuova azienda tech

nothing carl pei

Lo scorso mese di ottobre, Carl Pei, co-fondatore di OnePlus, annunciava ufficialmente il suo addio alla società cinese e l’intenzione di lanciarsi in una nuova avventura, ovvero la nascita di un proprio brand.

nothing carl pei

Tre mesi dopo, Carl Pei ha effettivamente realizzato il suo obiettivo. Il nuovo brand prende il nome di Nothing, con i primi prodotti che verranno rilasciati nei prossimi mesi. Ma cosa sarà esattamente “Nothing”? Stando a quanto affermato dallo stesso Pei, si tratta di un marchio che “cerca di rimuovere le barriere tra le persone e la tecnologia, per riportare arte, passione e fiducia nel campo della tecnologia di consumo”.

A parte lo stesso Carl Pei, la compagnia (con sede a Londra, ndr) può contare su diversi nomi importanti. Tra gli investitori ci sono infatti il CEO di Reddit Steve Huffman, il co-fondatore di Twitch Kevin Lin, lo YouTuber Casey Neistat e l’inventore dell’iPod, Tony Fadell.

I primi dispositivi intelligenti di Nothing verranno rilasciati nella prima metà dell’anno, anche se al momento sono stati forniti pochi dettagli su questi prodotti. Tuttavia, l’obiettivo a lungo termine di Nothing sembra proprio essere quello di arrivare a creare un intero ecosistema di dispositivi.

In questo momento, Nothing si concentrerà su categorie più semplici, come rivelato in un’intervista a The Verge. Subito dopo, il team inizierà a spostarsi verso dispositivi più avanzati con la speranza di avere una gamma di prodotti che riescano a collegarsi perfettamente tra loro. Per quanto riguarda i software o i servizi in abbonamento non ci sono ancora programmi definiti, sebbene Carl Pei abbia ammesso che un “business sano” a lungo termine richiede sia un buon software che ovviamente una corretta programmazione in termini di hardware.

Resta da vedere se la linea di prodotti finali includerà o meno uno smartphone, anche se al momento non sembra essere una prerogativa. Carl Pei afferma infine che il marchio utilizzerà componenti “su misura” sin dall’inizio, resi possibili dal reparto interno di ricerca e sviluppo, e non si limiterà a “rietichettare i prodotti di qualcun altro”.


Fonte Phone Arena

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Samsung Unpacked: presentati Galaxy Z Fold 4, Z Flip 4 Galaxy Watch 5

Consigli per gli acquistiNews

9 oggetti fondamentali per sopravvivere a un'apocalisse zombie  

AndroidNewsSmartphone

Galaxy S23 Ultra, la batteria resta da 5.000 mAh (ma il chip è il top)

Consigli per gli acquistiNews

10 smartphone più venduti di Agosto 2022