Poniamo il caso che non siete di quelle persone che, appena un oggetto si rompe, corrono a comprarne uno identico, senza nemmeno provare ad aggiustarlo. Aggiungiamo che il prodotto in questione non ha nemmeo un costo irrisorio, per cui tale operazione sarebbe da vagliare accuratamente. Se poi avete qualche nozione di fai da te, allora è fatta.

Tutto questo per anticipare che lo smartphone Nexus 5X, costo circa 479 euro (per questo non facile da ricomprare subito) secondo uno studio condotto da iFixit, in caso di guasto si può riparare facilmente, essendo da un lato smontabile e dall’altro con molti componenti modulari, ossia con varie parti che permettono di riparare e/o acquistare solo quella anziché l’intero smartphone.

Primo. Le viti sono della Philips, quindi per ogni operazione funzionano con la maggior parte dei cacciaviti, inoltre anche la batteria si può rimpiazzare nel caso ci fossero problemi per quest’ultima. Oltre a trovarne su siti e negozi “reali” si possono trovare anche su un mercato come quello di eBay, qui ovviamente verificando sempre le credenziali del venditore prima di acquistare a scatola chiusa. Ovviamente resta sempre da valutare il prezzo di una batteria nuova (o anche usata, se è su eBay) e se conviene comprare questa o arrendersi a restare senza smartphone o, per chi se lo può permettere, acquistarne uno nuovo.

nexus

Anche Nexus Imprint, che riconosce le vostre impronte digitali, per iFixit è facile da rimuovere, mentre un tasto dolente sta nel fatto che vetro e Lcd di fatto sono fusi insieme e, se capita che uno si rompa, necessariamente bisogna cambiare il pezzo intero, sotto questo punto di vista quindi Nexus 5X non è ottimale per la riparazione.

Con un punteggio di 7 su 10 proprio per la possibilità di essere smontato e riparato, iFixit ha quindi giudicato favorevolmente questo smartphone per tutti coloro che dovessero avere dei problemi una volta acquistato e desiderano riparare un solo pezzo, senza dover cercare un altro prodotto o sostituirlo tutto.