La Modalità Guida di Google Assistant finalmente in arrivo anche in Europa: tutti i dettagli

google assistant modalità guida
Seguici su Google News

Probabilmente in molti ricorderanno l'annuncio fatto durante il Google I/O 2019, quando BigG rivelava una funzione molto importante che avrebbe consentito agli utenti di guidare la propria auto con molta più sicurezza. Due anni dopo quell'annuncio pare che finalmente ci siamo.

google assistant  modalità guida

Stiamo parlando della Modalità Guida di Google Assistant, introdotto negli Stati Uniti già da qualche mese e ora in arrivo anche in Europa. Si tratta di una funzionalità che si presenta come validissima alternativa ad Android Auto. La funzione ha infatti lo scopo principale di consentire ai conducenti di gestire tutto ciò che accade sul proprio smartphone mentre si trovano alla guida, senza alcuna distrazione. Ad esempio, con la Modalità Guida di Google Assistant le notifiche vengono lette ad alta voce.

Inoltre, la nuova modalità non solo può leggere i messaggi ai conducenti, ma può anche inviare messaggi ed effettuare chiamate garantendo all'utente il mantenimento della concentrazione necessaria alla guida. In più, gli utenti saranno in grado di controllare la musica proveniente dal telefono semplicemente usando la propria voce.

Ma quando vedremo finalmente la Modalità Guida di Google Assistant anche in Italia? Al momento, sappiamo per certo che la nuova funzionalità ha avviato la sua diffusione in Germania e ha cominciato ad essere segnalata anche dagli utenti nel Regno Unito (come riportato da AndroidPolice), pertanto è presumibile che la Modalità Guida diventi presto disponibile anche negli altri paesi. Va comunque tenuto conto che alcune delle funzionalità della modalità di guida dell'assistente vocale di BigG "non sono disponibili in tutte le lingue o paesi", come precisa la pagina di supporto di Google.

Per quanto riguarda i requisiti hardware, la Modalità Guida di Google Assistant necessita di uno smartphone con sistema operativo Android 9.0 o versioni successive per funzionare correttamente. Inoltre, i telefoni devono avere almeno 4 GB di RAM.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2021 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram