AppleNews

Per migliorare l’uso di Siri Apple acquisisce una nuova startup di AI

Apple Siri

Al fine di migliorare l’utilizzo di Siri, il suo software di intelligenza artificiale, secondo un rapporto di Bloomberg Apple ha acquistato la start-up di Artificial Intelligence Learning Inductiv Inc.. Un’acquisizione che si è così aggiunta alle altre fatte dal colosso della tecnologia negli ultimi anni.

Secondo quanto riferito, il team di ingegneri della compagnia di AI, Learning Inductiv con sede in Ontario, si è unito ad Apple nelle ultime settimane e lavorerà per migliorare l’apprendimento automatico e la gestione dei dati di Siri. Rispondendo a delle domande fatte da Bloomberg, Apple ha confermato l’acquisizione, ma non ha dato altre informazioni in merito.

Siri Apple

Per migliorare l’uso di Siri Apple acquisisce nuova startup

Come sappiamo, Siri è indietro rispetto ad altri assistenti virtuali come Google Assistant, Amazon Alexa e Microsoft Cortana, a causa della scelta di Apple di dare la priorità alla privacy degli utenti. Questo significa che l’azienda di Cupertino non fa nessuna raccolta di dati degli utenti, cosa che invece le altre aziende fanno al fine di migliorare i propri assistenti virtuali.

siri

Apple ha da tempo mostrato interesse nel portare il suo assistente virtuale al livello successivo acquistando aziende di intelligenza artificiale o assumendo ingegneri esperti in questo campo, con lo scopo di avere le persone giuste al lavoro sulla tecnologia e sull’apprendimento automatico di Siri. Tra le aziende acquisite troviamo Xnor.ai, Tuplejump, Laserlike, Turi e Perceptio. All’inizio del 2018, Apple ha assunto gli ingegneri della Silicon Valley Data Science, una nota società di intelligenza artificiale e prima ancora aveva acquisito altre medio-piccole startup di intelligenza artificiale. Quest’anno, la società ha acquistato Voysis per aumentare il riconoscimento vocale in Siri, la startup di realtà virtuale NextVR e la famosa app meteo per iPhone Dark Sky.

Nonostante gli svantaggi dovuti alle politiche sulla privacy adottate dall’azienda californiana, in un recente rapporto della società di ricerche di mercato Futuresource Consulting, si dice che Siri sia il principale assistente virtuale al mondo. La quota di mercato di persone che utilizzano Siri si assesta attorno al 35%, mentre Google Assistant e Amazon Alexa raggiungono rispettivamente solo il 9% e il 4% delle quote.


Fonte Phonearena

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Travel blogger, copywriter e articolista mi sono avvicinata al mondo della scrittura per pura passione. Sono di origini venete, ma amo viaggiare, scoprire posti nuovi e nuove culture.
    Potrebbero interessarti
    AndroidNewsSmartphone

    Il Galaxy S20 FE è la grande mossa di Samsung per schiantare OnePlus: ecco perchè

    AndroidNews

    Android 12 renderà più facile l'utilizzo di app store di terze parti: la conferma di Google

    AndroidNewsSmartphone

    Non ci sarà nessun OnePlus 8T Pro: lo rivela Pete Lau. Confermato il lancio di OnePlus 8T

    AndroidNewsTablet

    Samsung Galaxy Tab Active3, l'azienda ufficializza il nuovo tablet: Exynos 9810 e batteria da 5.050 mAh