Finalmente ci siamo: LG è pronta ufficialmente a dare battaglia a Samsung, HTC e Sony per provare a conquistare l’ambito titolo di smartphone migliore dell’anno (almeno nel settore Android).



Secondo le indiscrezioni riportate dal China Times i fornitori di Apple avrebbero cominciato a produrre i componenti del futuro iWatch in piccole quantità, in modo da realizzare lo stock iniziale necessario per il lancio previsto per il prossimo autunno.  E’ probabile che la produzione iniziale dei componenti sia destinata agli esemplari che verranno utilizzati per i test di qualità della produzione su larga scala, per poi incrementare gradualmente il numero di esemplari prodotti e arrivare per l’estate alla produzione di massa, in modo da realizzare svariati milioni di esemplari necessari per soddisfare la domanda che si verrà a creare per il lancio commerciale e per il successivo periodo prenatalizio.  Per realizzare l’iWatch Apple avrebbe fatto ricorso alla tecnologia System-in-Package (SiP) che prevede l’integrazione di tutti i componenti in un unico chip, in modo da contenere al massimo le dimensioni del piccolo dispositivo indossabile.  In pratica l’iWatch dovrebbe essere costituito da pochissimi pezzi, il SiP, la batteria e il display OLED da 1.5 pollici e da 1.3 pollici a seconda delle versioni, mentre potrebbero esserci vari modelli della cassa realizzati in diversi materiali, così come per il cinturino.  Sarà proprio per questo motivo che al momento non sono trapelate le immagini dei componenti che potrebbero svelare l’aspetto dell’iWatch. Apple potrebbe aver commissionato la produzione dei componenti ad aziende molto diverse, ad esempio la realizzazione della cassa ad aziende specializzate nella realizzazione di orologi, per poi assemblare solo alla fine i componenti, in modo molto semplice e veloce.  Dopo le innumerevoli indiscrezioni sulle sembianze dei futuri iPhone, Apple sembra riuscire per adesso a mantenere il più alto riserbo sull’iWatch.

In data 27 Maggio di quest’ anno verrà mostrato al pubblico il tanto atteso LG G3, successore di uno degli handset più interessanti dello scorso anno, G2. Le novità uscite fino ad oggi sono tante: in maniera particolare riguardano la distribuzione degli inviti ad un evento per la data sopra citata da parte della stessa società sudcoreana. L’ evento verrà effettuato in 6 località diverse :Londra, New York, San Francisco, Singapore, Istanbul e Seoul.

Dentro l’ invito non viene specificato il lancio del tanto chiacchierato G3, ma c’ è una piccola curiosità sulla lettera G, riprodotta con lo stesso carattere utilizzato per identificare la serie di smartphone: tutto ciò non lascia molto spazio ad eventuali dubbi sul contenuto della presentazione. Lo smartphone è già comparso in numerosi leaks presenti in rete e mostra ancora una volta come il design sia cambiato anche grazie all’ inserimento di tasti messi sulla scocca posteriore, anche se con un’ estetica rivista rispetto alla precedente versione dello smartphone: infatti sembra proprio che il design del G3 sia complessivamente migliore rispetto a quello del suo predecessore.

Secondo le ultime voci di corridoio, il G3 di LG avrà dalla sua uno schermo da 5.5 pollici con una risoluzione in alta definizione da 2560×1440.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere attraverso i commenti!