Force Touch

Soltanto dopo un abbondantissimo mese dal lancio iniziano ad essere scovati i primi trucchetti utilizzati da Apple per riuscire a garantire una fluidità pazzesca per i suoi nuovi gioielli iPhone 6S e iPhone 6S Plus. Il nuovo processore Apple A9 è più potente dell’Exynos 7420 di Samsung e del tanto chiacchierato Snapdragon 810, ma anche lui ha i suoi limiti.

iPhone 6S ed iPhone 6S Plus sono identici, se non per alcune differenze di grandezza e piccolezze tecniche. iPhone 6S ha infatti un display da 4,7 pollici con una risoluzione di 1334×750 pixel a 326 ppi. iPhone 6S Plus ha invece un display enorme da 5,5 pollici con una risoluzione di 1920×1080 pixel a 401 ppi. Come è facile immaginare il modello più grande e più risoluto ha un incisione maggiore sul processore e sul consumo della batteria rispetto il modello più piccolo e meno risoluto.

Ecco quindi che gli amici di PhoneArena hanno riportato che iPhone 6S Plus limita il framerate di alcune animazioni legate ad alcune funzioni, come per esempio il Force Touch 3D, limitandole a 30 FPS per poterlo rendere sempre fluido. Questa limitazione non è presente su iPhone 6S che invece ha sempre tutte le animazioni fisse a 60 FPS visto che il display meno risoluto incide meno sulle prestazioni del processore. Per rendervi conto della differenza vi rimandiamo al video sottostante. Vi consigliamo di vederlo alla risoluzione 720p 60 FPS o meglio ancora 1080p 60 FPS per vedere la differenza.

video