larry

 

Larry Page, CEO di Google, ha parlato per la prima volta dei suo problemi di salute che hanno lasciato a Sergey Brin l’onere di fare la maggior parte degli eventi pubblici di Google ultimamente.

Ricorderete sicuramente tutte le notizie che sono circolate dopo l’assenza di Larry Page al Google I/O dello scorso anno, assenza causata da un’improvvisa perdita di voce.

Sul momento, ha detto Larry Page a comunicato agli investitori che non era “nulla di grave” e Eric Schmidt ha dichiarato che Larry Page avrebbe continuato a gestire Google come prima.

Ora, dopo un anno nel quale Sergey Brin e Eric Schmidt hanno fatto la maggior parte degli eventi pubblici di Google, Larry Page ha deciso di spiegare i suo problemi attraverso Google+, rassicurando tutti sulla sua salute.

Il tutto sembra essere iniziato circa quattordici anni fa, quando in seguito ad un abbassamento di voce, Larry Page non l’avrebbe più recuperata pienamente.

Gli è stata infatti diagnosticata la paralisi della parte sinistra delle corde vocali, senza che si fosse trovata una vera causa.

Purtroppo, l’anno scorso i medici di Larry Page hanno scoperto che anche la parte destra delle corde vocali è stata intaccata, e anche in questo caso, nessuno sa il motivo.

Larry Page dice che le cose adesso vanno meglio, ma che fa ancora fatica in lunghi discorsi che impegnerebbero troppo sia lui che gli ascoltatori.

Rassicura tutti, comunque, dicendo (testuali parole):

“Vocal cord nerve issues can also affect your breathing, so my ability to exercise at peak aerobic capacity is somewhat reduced. That said, my friends still think I have way more stamina than them when we go kitesurfing! And Sergey says I’m probably a better CEO because I choose my words more carefully. So surprisingly, overall I am feeling very lucky.”

“I problemi legati alle corde vocali, possono provocare anche problemi alla respirazione, quindi la mia capacità respiratoria si è ridotta. Detto questo, i miei amici pensano ancora che io abbia più resistenza di loro quando facciamo kitesurf! E Sergey dice che sono un amministratore delegato migliore proprio perchè scelgo le mie parole con più attenzione. Cosi, nel complesso, mi sento molto fortunato.”

Per aiutare le altre persone che soffrono del suo stesso problema, Larry Page ha annunciato che sta finanziando un programma di ricerca per questa rara condizine.

E’ bene sapere che Larry Page sarà in grado di svolgere le sue funzioni, come al solito, anche se non sarà il solo a parlare al Google I/O.

 

 

E voi cosa ne pensate? Sarà tutta la verità o c’è qualcosa sotto??

Diteci pure come la pensate e soprattutto non perdetevi il Google I/O che potrete vedere da  QUI

VIA