Le nuove versioni di Android vengono solitamente rilasciate nella seconda metà dell’anno. Non a caso, Android 9 Pie – ovvero l’ultima versione stabile del sistema operativo realizzato da Google – ha raggiunto i dispositivi Pixel nell’agosto dello scorso anno.

android q

La prima anteprima per sviluppatori di Android P è stata rilasciata a marzo, con la seconda anteprima per sviluppatori Android P, nota come Android P Beta, rilasciata durante il Google I / O a maggio dello scorso anno e con diversi “top brand” nel programma beta.

Anche per questo, gli esperti del settore si attendono che Google segua una linea temporale simile per Android Q, ma è ancora troppo presto per dirlo. Tuttavia, pare che Google pubblicherà la prima anteprima per sviluppatori di Android Q entro questo mese e presenterà la Android Q Beta durante il Google I / O 2019 che si terrà a maggio di quest’anno.

Nelle ultime ore, un dirigente di Google ha rivelato che molti smartphone faranno parte del programma beta di Android Q. Inoltre è stato aperto il “bug tracker” di Google per Android Q Beta: grazie a un filtro data, sembra che il rilascio della prima anteprima per sviluppatori avverrà proprio oggi, lunedì 11 marzo.

Storicamente, Google aveva una disponibilità limitata delle prime versioni beta Android della serie Google Pixel: l’anno scorso fu la prima volta in cui i dispositivi non Pixel poterono godere di una compatibilità con la versione beta. Essential, Nokia, OnePlus, Oppo, Sony, Vivo e Xiaomi disponevano di device limitati che potevano essere utilizzati con la versione beta, consentendo agli sviluppatori e agli utenti esperti di accedere rapidamente all’ultima versione di Android. Quest’anno, secondo Iliyan Malchev – un dipendente di Google che sta lavorando su Project Treble, ndr -, ci saranno molti più marchi con smartphone compatibili sul programma beta.

Durante un episodio del podcast Android Developers Backstage, Malchev ha rivelato che “il numero è più grande per la prossima versione di Android”, in riferimento al numero di produttori di smartphone che partecipano al programma beta di Android Q. Ciò significa che molti più utenti saranno in grado di accedere alle prime versioni di Android Q prima del suo rilascio completo.

E’ bene ricordare che le prime versioni beta sono molto instabili e tendono a rimuovere molte funzionalità in dispositivi che non avrebbero alcun problema con una versione stabile di Android. Per conoscere l’elenco finale dei produttori di smartphone che avranno il “via libera” per il programma beta di Android Q bisognerà attendere il mese di maggio.