In mostra a Torino in questi giorni la personale dedicata al genio creativo di Jobs.

Situata all’ultimo piano del Museo di Scienze Naturali, la mostra stupisce il visitatore, che si lascia alle spalle animali impagliati e favolose ricostruzioni zoologiche, per trovarsi immerso in un mondo tutto digitale  e fatto di sogni che si concretizzano diventando una rivoluzione nell’era del digitale.

jobs

il percorso espositivo propone un viaggio nel sogno di Jobs, divenuto realtà nella concretizzazione della Apple.

Si parte da una ricostruzione del furgoncino Volkswagen, tipico di un’America anni ’70 in cui spopolava la filosofia Hippie alla quale anche Jobs aderiva non senza un occhio verso la nascente era tecnologica e digitale. Si entra all’interno del furgone per scoprire quali erano le passioni del giovane Steve, per trovarsi di fronte all’annuncio di vendita del furgoncino:  Jobs ricaverà dalla vendita circa 500 dollari, che gli serviranno per dare avvio alla sua attività miluonaria, assieme al socio e cofondatore, che raggiungerà la sua quota vendendo la propria calcolatrice.

Per i veri appassionati del genere, una mostra da non perdere: Torino, Museo di Scienze Naturali, fino al 26 febbraio 2012.