Un report decisamente interessante di KGI Securities, a firma del solito Ming-Chi Kuo, ha cercato di delineare gli scenari futuri del Face ID: la “killer feature” del recente iPhone X potrebbe essere utilizzata anche su altri device di Cupertino che ha definitivamente scartato un’ipotesi…

face id iphone x

Come spesso accaduto nel passato, Apple potrebbe essere il riferimento di una nuova tendenza nel campo dei dispositivi mobile. iPhone X ha aperto la breccia: niente più touch ID, considerate anche le difficoltà (per non parlare degli investimenti economici) di piazzare il sensore per le impronte digitali sotto il display, spazio al Face ID e alla rivoluzionaria TrueDepth Camera.

Poco importa che i ritardi legati alla distribuzione di iPhone X dipendano proprio dalle difficoltà nella catena di montaggio avute con la nuova fotocamera. Il riconoscimento del volto in 3D è il futuro e Cupertino punterà deciso su questo tasto anche nel 2018. Quando, ovviamente, gli inconvenienti dettati soprattutto dal fattore “gioventù” saranno superati.

Un report di Ming-Chi Kuo di KGI Securities ha delineato scenari a medio termine piuttosto interessanti per Apple. Per l’analista si deve partire da una considerazione: proprio come accadde a suo tempo col Touch ID, anche il Face ID di prima generazione sarà praticamente lo stesso per uno-due anni a venire. Insomma, non ci saranno grosse novità dal punto di vista della TrueDepth Camera nel 2018, se non qualche dettaglio secondario, ma si punterà piuttosto nell’estendere tale tecnologia anche ad altri prodotti dell’azienda.

D’altronde già da qualche settimana si vociferava di un probabile arrivo anche sulla prossima generazione di iPad Pro (2018) e sembra che ormai non ci siano più dubbi in merito. Apple ha piena fiducia nel Face ID, tanto che non si attenderà (come invece si paventava fino a un mesetto fa) neppure il “responso” degli utenti che acquisteranno iPhone X.  Kuo ha inoltre aggiunto che è stata scartata anche l’ipotesi della lente ibrida (vetro e materiali plastici) per il prossimo anno. Il motivo? Evitare nuovi ritardi.

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .