In arrivo una nuova bega legale per Apple, che si ritrova con un serio problema che ne mina in buona parte anche il rapporto con i clienti. Sto parlando del problema relativo alla class action per gli iPhone ricondizionati. Di seguito, subito dopo il salto, tutte le info sulla class action, sul perché gli utenti hanno deciso di intentare questa azione legale e sul perché potrebbero vincerla.

iPhone ricondizionati

Iphone ricondizionati: in arrivo una class action da parte degli utenti

Come forse saprete il servizio Apple Care+ offre agli utenti della casa con sede in Cupertino, la sostituzione dei melafonini fortemente danneggiati con un iPhone ricondizionato. La Apple ha in ogni caso fatto sapere che questi terminali sono equivalenti come prestazioni e affidabilità a un nuovo smartphone.

Proprio riguardo quest’ultimo punto gli utenti hanno deciso di rivolgersi ad un giudice. Sotto esame, i termini utilizzati da Apple, la quale garantiva, per l’appunto, che tali device erano al pari di quelli nuovi.

E’ proprio così? Davvero uno smartphone ricondizionato è paragonabile rispetto a quelli nuovi?

Gli utenti non sono dello stesso parere della corporation californiana, e hanno portato davanti al giudice alcuni prove secondo le quali gli iPhone ricondizionati, in realtà, avrebbero problemi, avrebbero dei lag e delle prestazioni tutt’altro che stabili al pari dei melafonini nuovi.

Al giudice, pertanto, l’arduo compito di stabilire chi tra Apple e gli utenti ha ragione. E’ chiaro che, qualora ci fosse un risarcimento per gli utenti, oltre ad un danno economico tutt’altro che da poco, per Apple ci sarebbe anche un importante danno di immagine. Nelle prossime settimane ne sapremo di più.

E voi avete mai avuto un iPhone ricondizionato? Come è stata la vostra esperienza? Vi sentite di consigliarlo, oppure avete avuto anche voi dei problemi simili a quelli degli utenti che stanno facendo la class action?

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .