Apple puntava a conquistare quella fetta di mercato di utenti che volevano un ritorno alle origini e a smartphone dalle dimensioni più umane a differenza della recente rincorsa alle dimensioni “XL”, ma le vendite dell’iPhone SE dimostrano che, forse, non erano così tanti gli utenti che chiedevano smartphone più piccoli. A darne conferma il recente sondaggio di Slice Intelligence, che ha mostrato delle vendite nella prima settimana, non così tanto proficue come sperato da Apple. Dopo il salto tutte le info sulle vendite del nuovo iPhone.

Hardware iPhone SE

iPhone SE, scarse vendite ma una “buona notizia” per Apple

Nel rapporto di Slice Intelligence, si evidenziano gli scarsi risultati ottenuti dal nuovo arrivato in casa Apple, ecco cosa si legge:

“Slice Intelligence ha rivelato i primi dati delle vendite on-line per l’iPhone SE, che confermano che, mentre un minor numero di persone si sono precipitate online per avere l’ultimo iPhone più recente, coloro che hanno acquistato probabilmente era il loro primo iPhone”.

La buona notizia, insomma, è che la maggior parte di chi ha acquistato questo nuovo iPhone proveniva da Android e l’obiettivo di Apple di rubacchiare quella fetta di mercato al robottino verde, con un telefono più piccolo e più economico, è parzialmente riuscito. Il 10% di chi ha acquistato l’iPhone SE, infatti, ha sostituito il suo vecchio Android con questo smartphone.

Paragonando i dati di vendita dello “Special Edition” con l’iPhone 6S, si scopre che ha registrato un dato inferiore del 94% rispetto all’ultimo modello in uscita: vendite più basse era ipotizzabili, ma non un crollo verticale di queste proporzioni.

Altri dati interessanti riguardano “chi ha acquistato il nuovo iPhone”. Si tratta di utenti mediamente più anziani, di età compresa tra i 45 e i 55 anni (26% contro il 18% degli altri modelli di Apple), si tratta di utenti prevalentemente di sesso maschile (addirittura il 77% contro il 69 degli altri iPhone)