I prossimi iPhone avranno più modalità per la frequenza di aggiornamento: si arriverà fino a 240 Hz

iphone 12 refresh rate
Seguici su Google News

La maggior parte dei top di gamma Android - e molto spesso anche i mid-range, ndr - presentano dei display ad alta frequenza di aggiornamento. Gli iPhone 12, invece, hanno schermi con refresh rate a 60Hz. Cosa ha spinto Apple a questa scelta? Stando a quanto trapelato sul web, il gigante di Cupertino avrebbe deciso di fare a meno della frequenza di aggiornamento a 120Hz sui suoi ultimi iPhone a causa dei problemi relativi alla durata della batteria. Anche per questo, l'azienda californiana ha lavorato sodo in questi mesi per provare a garantire uno scorrimento e una grafica più fluidi sui futuri iPhone.

iphone 12 refresh rate

Patently Apple riferisce che un brevetto recentemente pubblicato dall'Ufficio brevetti degli Stati Uniti presenterebbe un display per iPhone con più modalità di frequenza di aggiornamento. Per essere più chiari, nel brevetto viene descritto un telefono che può funzionare a una frequenza di aggiornamento fino a quattro volte superiore alla frequenza di aggiornamento nativa. Ad esempio, un iPhone con uno schermo a 60 Hz sarebbe in grado di aumentare automaticamente la frequenza a 120 Hz, 180 Hz o 240 Hz. Nella modalità ad alta frequenza di aggiornamento, il display può funzionare con un refresh rate che è il doppio, il triplo o addirittura il quadruplo di quello nativo.

Il brevetto afferma inoltre che la tecnologia potrà estendersi in futuro anche ad altri dispositivi oltre agli iPhone, come ad esempio gli iPad e gli Apple Watch. Come sanno bene i fan dell'azienda del CEO Tim Cook, Apple non è affatto estranea alle alte frequenze di aggiornamento. Tutti i modelli di iPad Pro successivi al 2017 sono dotati di pannelli ProMotion (il nome utilizzato da Apple per gli schermi adattivi ad alta frequenza di aggiornamento) e possono arrivare fino a 120Hz.

Secondo quanto riferito, la tecnologia sarà limitata alle varianti Pro e sarà resa possibile dall'uso di pannelli LTPO, che saranno probabilmente acquistati da Samsung.

 

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech
Argomenti:

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
Ogni giorno pubblichiamo notizie, guide e recensioni. Non perderti niente, iscriviti alla nostra newsletter!



crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram