iPhone in India: Apple ha firmato un accordo con il governo indiano per realizzare l’assemblaggio dei suoi dispositivi nel Paese.

Numerose indiscrezioni negli ultimi mesi, fino alla notizia ufficiale giunta in questi giorni: Apple inizierà a produrre i suoi iPhone in India entro fine aprile. Il ministro per l’Information Technology indiano, Priyank Kharge, ha infatti confermato a Bloomberg che i dispositivi nasceranno a Bangalore, capitale dello Stato del Karnataka, precisamente nello stabilimento della taiwanese Wistron.

Gli iPhone e gli altri dispositivi dell’azienda che vi saranno assemblati saranno destinati al mercato indiano.
Secondo quanto riferito da Kharge, nell’incontro di gennaio tra autorità indiane e vertici Apple, la “timeline” prevista entro la primavera dovrebbe essere confermata.

Con questa novità, la compagnia californiana dovrebbe riuscire a vendere i suoi smartphone a un prezzo più competitivo, visto che sulle importazioni gravano tasse aggiuntive di circa il 12,5%.

Nell’ultimo anno, il dialogo di Apple con l’India si era intensificato: l’azienda guidata da Tim Cook aveva cercato incentivi fiscali oltre a chiedere di allentare le normative sull’etichettatura per non intaccare il design minimalista dei suoi prodotti.

Cook aveva confermato l’interesse dell’azienda di Cupertino per il mercato indiano a fine gennaio, durante la conferenza sui risultati fiscali. “Siamo in trattative per una serie di cose, inclusi nuovi punti vendita. Intendiamo investire in maniera significativa in India e riteniamo che sia un posto in cui è utile essere presenti”, disse rispondendo alla domanda di un analista.

L’India è il terzo paese al mondo in cui Apple produrrà i propri iPhone. Il primo e principale rimane la Cina; il secondo è il Brasile dove è attivo uno stabilimento del produttore cinese Foxconn.

Ricordiamo che nel 2016 iPhone ha segnato il suo record di vendite con 2,5 milioni di unità. Le stime di vendita per il 2020 parlano già di 750 milioni di iPhone venduti in un anno.

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .