iPhone 8 ha scelto la fonderia taiwanese TSMC per la produzione dei SoC. In passato, tra i fornitori, vi era anche Samsung.

iPhone 8, grandi passi per il suo arrivo sul mercato in autunno. Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) ha infatti avviato la produzione dei SoC Apple A11 per conto del colosso di Cupertino. La notizia arriva da DigiTimes. 

La fonderia taiwanese è l’unica che Apple ha scelto al momento per la produzione dei SoC. In passato, tra i fornitori, era spuntato anche Samsung. In ogni caso, questo taglio non avrebbe compromesso la partnership commerciale con l’azienda sudcorena.

L’avvio della produzione in quantità di SoC era inizialmente previsto già per aprile, ma una serie di problematiche nel processo tecnico hanno fatto scattare questo ritardo.

Intanto TSMC ha siglato accordi per la produzione di chip con tecnologie a 12nm con Nvidia, MediaTek, Silicon Motion Technology e HiSilicon, un procedimento che sfrutta tecnologie delle fonderie già proposte in tre varianti.

Ormai non è più un mistero che Apple presenterà subito dopo i caldi mesi estivi le tre nuove varianti del suo smartphone: iPhone 7s e 7s Plus come evoluzioni dell’attuale generazione, iPhone 8 come dispositivo celebrativo del decennale.

Tutti e tre i modelli dovrebbero essere equipaggiati proprio con il SoC A11. In più, l’integrazione nel processore della tecnologia InFO (Integrated Fan Out). Ciò permetterà packaging più compatti, consumi inferiori e temperature di funzionamento più basse.

Non resta che attendere ottobre. Apple, tra l’altro, potrebbe stupire i suoi affezionati clienti inserendo nella confezione del nuovo iPhone 8 le AirPods, cuffie wireless a mò di regalo per il decimo anniversario del melafonino.