iPhoneNews

iPhone 6S vs mixer ad aria compressa in un drop test molto particolare

iPhone

Dal momento dell’uscita dei nuovi iPhone 6S ed iPhone 6S Plus abbiamo potuto assistere a tantissimi test di resistenza che hanno davvero messo a dura prova i due nuovi dispositivi. Abbiamo potuto apprezzare la vera resistenza del nuovo alluminio serie 7000 che caratterizza la storia la scocca dei nuovi dispositivi. Abbiamo anche potuto osservare come abbia cercato di rendere “impermeabili” i nuovi iPhone.

infatti sotto il display è stata inserita una cornice di gomma per cercare di ridurre al minimo le infiltrazioni d’acqua. Inoltre molti componenti sono stati ricoperti da una sostanza sincronica per tenere al sicuro i contatti. I nuovi iPhone in ogni modo risultano essere davvero molto resistenti e non possiamo lamentarci di nulla. Se volete avere maggiori informazioni sui dispositivi visitate il seguente LINK.

oggi riproporremo però un’ulteriore drop test che mette a dura prova il nuovissimo iPhone 6S colorazione rossa. Il dispositivo viene inserito all’interno di un mixer ad aria compressa e sigillato suo interno. Successivamente la macchina verrà azionata e “sbadacchiera” con una certa forza il dispositivo per un bel po’ di tempo. Una volta finito il giro della tortura possiamo notare come non ci siano effettivamente molti danni anche se comunque dei segni di usura ci sono palesati sulla scocca. Per visualizzare il video seguite il link postato qui in basso.

video

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Il fondatore di OutOfBit. Recensore e presunto blogger poco tecnico ma tenace. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio.
    Potrebbero interessarti
    App iOSAppleGuideiPhone

    5 Migliori app di editing fotografico per iPhone

    AppleNews

    Apple annuncia l'A14 Bionic, che alimenterà l'iPhone 12 Pro Max. Ma i primi benchmark non convincono

    AppleNews

    iOS 14.0.1, Apple rilascia un nuovo aggiornamento che risolve molti bug

    iPhoneNews

    I giochi Xbox saranno disponibili in streaming anche sugli iPhone