Avete un PC Windows e volete trasformarlo in un scintillante Mac? Ecco la prima parte della nostra guida!

Tutti i possessori di un PC prima o poi vengono “attratti” da Mac OS X, il sistema operativo di casa Apple: chi per curiosità, chi per scoprirne i vantaggi e gli svantaggi rispetto ai vari OS, chi per testarlo in vista di un futuro acquisto.

Al momento per analizzare e testare questo OS abbiamo due sole alternative: comprare un Mac (e sappiamo tutti che vista l’attuale situazione italiana non tutti lasciano a cuor leggero 1200 euro o più per un Macbook) oppure utilizzare il Mac altrui (quello di amici o nei vari negozi/ Apple Store: ovviamente in questo modo non riuscirete a scoprire veramente i pregi e i difetti di questo OS e potrebbe addirittura crearvi maggiore confusione).



Installare Mac su Windows e Linux utilizzando una virtual machine

Grazie al lavoro di vari smanettoni (che ringraziamo pubblicamente per gli enormi sforzi fatti) e ad alcune scelte di Apple (ovvero passare a processori Intel trovabili su altri PC) è possibile avere Mac OS X su un PC teoricamente non adibito. Le strade percorribili sono due: utilizzarlo su una macchina virtuale, come ad esempio VMware, oppure installarlo al posto di Windows.

Se è la prima volta che vi cimentate in una attività del genere vi consiglio di provare a usare Mac su macchina virtuale.

Requisiti

-Computer con Windows 7/8 installato;

Opzione per la virtualizzazione attivata: per far ciò basta andare nel proprio bios e cercare una voce simile a “Virtualization hardware”. Se non la trovate allora molto probabilmente il vostro PC è già predisposto;

Software di emulazione (il migliore è Vmware,a pagamento, ma ci sono anche valide alternative gratuite).

File per attivare l’emulazione di Mac su VMWare: l’Unlocker è disponibile grazie all’utente Donk di InsanelyMac Forum: per poterlo scaricare dovrete registrarvi al forum (è una procedura veloce e in futuro potrebbe tornarvi utile questa community) . La versione attuale dell’Unlocker è compatibile con: Workstation 11 su Windows e Linux, Player 7 su Windows e Linux, Fusion 7 su Mavericks e Yosemite.

Immagine di Mac OS: consiglio vivamente di scaricare l‘iso iAtkos ( sono disponibili varie versione di Mac OS X: scegliete quella che preferite con un occhio all’hardware del PC).
Per poter scaricare il file dovrete, con molta probabilità, seguire iAtkos su uno dei principali social network-

Convertitore DMG-ISO: Vi consiglio vivamente AnyToIso.

installare mac os x su windows

Procedimento

  1. Installare Vmware sul proprio PC;
  2. Attivare la virtualizzazione hardware dal Bios;
  3. Installare i file per attivare l’emulazione di Mac OS X: scaricate lo zip dal link di sopra, scompattatelo dove volete (ad esempio nel desktop);
  4. Entrate nella cartella appena estratta:andate su mac-os-x-lion-vmware-files—>VMware Unlocker – Mac OS X Guest—>Vmware X Series ( dipende dalla versione di Vmware: i file della versione 8 dovrebbero funzionare senza problemi con quelli della 9: se così non fosse non esitate a commentare e cercherò di aiutarvi)—>Vmware Workstation Unlocker Windows (ovviamente scegliete la versione che utilizzate).
  5. Click destro su install.cmd ed eseguitelo come amministratore (Vmware deve essere chiuso: accedete al task manager con CTRL+ALT+CANC e cancellate ogni processo relativo all’applicazione);
  6. Click destro su bspatch.exe ed eseguitelo come amministratore;
  7. Scaricare l’iso iAtkos;
  8. Installare e avviare AnyToISO;
  9. Selezionare il file .dmg e convertirlo in ISO;
  10. Avviare Vmware (preferibilmente Workstation);
  11. Creare la macchina virtuale. Cliccate sull’icona relativa e seguite la procedura. Dovrete selezionare l’iso iAtkos (quella creato al punto 9) e poi selezionare i quantitativi di memoria da assegnare. Nel caso voleste modificare i quantitativi non temete: è possibile farlo anche in futuro;
  12. Avviare la macchina virtuale e seguire la procedura guidata. Molto probabilmente dovrete formattare il vostro disco virtuale. Basta andare sul menù a tendina in alto e trovare la voce Utility Disco: a questo punto selezionate a sinistra l’hard disk virtuale e a destra scegliete come formato “ Mac OS X esteso, Journaled” e poi cliccate su inizializza. Appena sarà terminato il processo chiudete il menù e continuate l’installazione guidata;
  13. Dopo aver completato l’installazione avverrà un riavvio della macchina virtuale: dopo ciò accederete per la prima volta alla “scrivania” del vostro Mac;
  14. Enjoy.

Nel caso aveste problemi e/o voleste farci notare alcune inesattezze non esitate a commentare: entro un giorno verrà pubblicata la guida relativa all’installazione vera e propria di Mac!

Aggiornamento!

E’ ora disponibile la seconda parte della nostra guida dove viene spiegato come installare Mac nativamente: cosa state aspettando!

  • Pingback: Installare Mac su Windows: guida funzionante al 100% (2°parte)()

  • Michele Colace

    il link per il download dell’ iso iAtkos purtroppo non funziona :/

    • provvediamo ad aggiornarlo il prima possibile, grazie mille per la segnalazione 🙂

    • Ciao Michele, scusami per il ritardo ma solo ora sono riuscito ad avere accesso al PC: il link è stato aggiornato e dovrebbe funzionare correttamente. Nel caso ci fossero altri problemi non esitare a segnalarcelo e continua a seguirci 🙂 !

  • Se invece di Windows ho Linux (Ubuntu) come macchina host esistono comunque i file per attivare l’emulazione (vedi punto 3)?
    Grazie, evelino

    • Ciao Evelino, grazie per il commento! Si, sulla carta è possibile (ma non l’abbiamo testato personalmente, quindi non posso darti la conferma al 100%): devi scaricare l’Unlocker al punto 3 (ho aggiornato il link in quanto il link presente non funzionava), dopo esserti registrato su InsanelyMac Forum, scaricare il file zip e leggere le istruzioni presenti nel file Read Me.
      Facci sapere se riesci a installare il tutto e continua a seguirci !