Una delle features di OS X è la sua potente interfaccia a linea di comando, dove un programmatore competente o anche principiante può fare uso di una serie di strumenti per la configurazione e personalizzazione del sistema, e fare programmi e script.

command

Per ottenere Command Line bisogna installare la suite di sviluppo XCode di Apple, che è disponibile tramite il Mac App Store gratuitamente. Tuttavia, l’installazione di questo comprenderà anche XCode stesso, e nonostante i suoi benefici, alcune persone potrebbero non desiderare di avere l’intera suite Xcode installato su un sistema.

L’opzione successiva è quella di scaricare i più recenti strumenti a riga di comando dalla pagina sviluppatori di Apple. Per fare ciò, è sufficiente accedere alla sezione download del sito sviluppatori Apple utilizzando un ID Apple. Qui è possibile cercare “Tools Command Line” per visualizzare tutte le versioni degli strumenti da Lion attraverso Mavericks. Questi possono poi essere scaricati come immagini. Disco dmg e montati, e si può quindi eseguire il programma di installazione in dotazione.

L’ultima opzione è forse la più semplice, che è quella di utilizzare la capacità del sistema per installare gli strumenti a riga di comando su richiesta. Questo viene fatto da un’applicazione in Macintosh HD> Sistema> Libreria> cartella CoreServices denominata “Installa riga di comando Developer Tools“. Tuttavia, questo programma non può essere avviato in modo indipendente. Per eseguire questo programma bisogna richiamarlo da un servizio o applicazione che richiede l’uso degli strumenti di sviluppo.

Nella maggior parte dei casi, i comandi sviluppatore standard come “make“, “gcc“, “cc“, “svn“, “git” o strumenti di Apple specifici come Xcode-select” o xcodebuild o “xcrun” richiederà questi strumenti, così in esecuzione questi in qualche forma stimolerà il sistema per lanciare il programma “Installa linea di comando Developer Tools“.

Trovate molte altre guide come questa all’ interno della categoria Dr Mac!

via