Torna al centro di rumors il chiacchieratissimo iPhone SE 2. Il successo della prima generazione ha alzato l’hype dei fan Apple verso un device chiamato a contrastare i produttori cinese nella fascia media del mercato. Ma arriverà davvero? E quando? Intanto ecco un video alquanto controverso…

iphone se 2

Così, quasi dal nulla, ecco spuntare un video con protagonista un presunto iPhone SE 2. Era un po’ scomparso dai radar nelle ultime settimane, nonostante sul finire del 2017 era data praticamente per certa la decisione di Apple di lanciare la seconda generazione di un device che sorprese tutti nel 2016.

E’ partito tutto da Weibo, social network cinese dove è possibile imbattersi in anticipazioni clamorose ma anche in fake altrettanto fragorosi.

Il video in questione, che vi riproponiamo in basso, è spuntato proprio su quella piattaforma. Il fatto che sia stato ripreso in seguito da Macotakara, di solito una fonte d’informazioni decisamente attendibile per quanto riguarda Apple, ha quantomeno fatto sorgere il dubbio. E se quello nel video fosse davvero iPhone SE2?

La sensazione, a naso, è che si tratti di un fake, anche il sistema operativo che sembra rispettare l’interfaccia iOS, in realtà potrebbe essere una personalizzazione Android.

C’è da dire che il presunto iPhone SE 2 rispetta i rumors degli scorsi mesi, ricalcando l’estetica di iPhone X con diverse componenti in comune. Ci riferiamo al notch, alla dual cam posteriore disposta in verticale e sporgente, all’assenza di tasto home fisico e jack audio da 3.5 mm. E più in generale ad un design che, sebbene ovviamente modellato su un device più compatto, ricorda molto quello del melafonino del decennale.

Non possono essere però ignorati i recenti rumors, che vi abbiamo riportato anche di recente in questo articolo, provenienti da diverse fonti: in occasione della WWDC 2018, Apple potrebbe limitarsi a lanciare due nuovi iPad Pro e un MacBook che andrebbe a sostituire la gamma Air. Di iPhone SE 2, almeno stando a quanto trapelato fino ad oggi, non c’è odore nemmeno in occasione della tradizionale finestra settembrina.