Il futuro top di gamma dell’azienda cinese continua ad essere al centro di rumors. Huawei P11 sembra poter essere in grado di sorprendere anche i più scettici, grazie ad alcuni particolari che lo rendono davvero interessante. Ma c’è già chi parla di “clone” di iPhone X….

huawei p11 point cloud depth camera

Ne avevamo parlato già qualche giorno fa in questo articolo, ora Huawei P11 torna a catturare la nostra attenzione per un dettaglio che potrebbe generare numerose discussioni nelle settimane a venire. Se quello di replicare il “notch” di iPhone X (tanto per intenderci, quella sorta di linguetta che spicca nella parte superiore del display) sembrava più che altro un vezzo, in realtà nasconderebbe una strategia precisa.

Mentre diversi produttori non sembrano convintissimi nel seguire Apple e il suo Face Id come principale metodo di sicurezza dei propri top di gamma, Huawei avrebbe in mente una sorta di evoluzione della feature lanciata da Cupertino.

Huawei P11 potrebbe portare a bordo, pre-installata, la Point Cloud Depth Camera, lanciata un mesetto fa in occasione della presentazione di Honor V10 ma come un accessorio esterno collegabile ai device dell’azienda cinese tramite USB. A conti fatti può essere considerata come una sorta di evoluzione della True Depth Camera alla base del Face ID e capace di scansionare in 3D il volto dell’utente.

La Point Cloud Depth Camera è, per Huawei, ancora più sicura e precisa. Qui entra in gioco il “notch” che dovrebbe ospitare tutto il modulo fotografico. Modulo che verrà composto non solo dalla fotocamera in sé, ma anche da un proiettore di infrarossi (che avranno il compito di cominciare a determinare la forma del volto passando informazioni sulle deformazioni subite dalla luce emessa) e da una videocamera RGB.

Non solo, si aggiunge anche una telecamera IR, due LED RGB e un “illuminatore” che verrà piazzato nei pressi del proiettore di cui sopra. Insomma, tanta roba che avrà bisogno di un degno supporto hardware e, ovviamente, anche di uno sviluppo software non di poco conto sull’attesissimo Huawei P11.