HTC ha scelto di rinviare il suo ingresso (presumiamo, in grande stile) nel mondo del device indossabili. Una scelta che ha creato non poca delusione negli appassionati della società asiatica, che attendevano qualche annuncio al consueto evento newyorkese, e che invece dovranno accontentarsi di guardare – magari, con un pizzico di ammirazione – le altre creazioni non wearable della società.

htc

A spiegare la scelta è stato lo stesso capo di HTC Usa, Jason MacKenzei, il quale ha affermato che la decisione non è certamente quella di abbandonare l’ipotesi di entrare nel segmento, quanto la necessità di predisporre in maniera più accurata un device quasi pronto. “Vogliamo essere sicuri che il nostro abbia una visione chiara e che offra un motivo davvero valido perché la gente se lo metta al polso” – ha poi proseguito Dew Bramford, a capo degli HTC Creative Labs.

Insomma, HTC ha in mente qualcosa ma, allo stato attuale delle cose, non è ancora dato sapere cosa. L’unico elemento di certezza viene confermato dallo stesso Bramford, il quale ricorda come se ne saprà di più l’anno prossimo. L’impressione è che HTC sia alla ricerca di un valore aggiunto nei propri prodotti, ritenendo – evidentemente – di non essere ancora pronta con la sfida del mercato internazionale.