Il potentissimo HTC M8 continua a far parlare di sé, non solo per le sue interessanti caratteristiche tecniche, ma anche per un record che il device ha battuto in quanto a tempo di risposta del touchscreen.

Il tempo di risposta al tocco, tecnicamente definito latenza, è infatti di soli 46 millisecondi, il migliore di tutti gli altri smartphone finora testati. Les Numeriques ha diffuso in rete una tabella, nella quale possiamo vedere le latenze di alcuni device dell’anno scorso e più vecchi.

tempo-di-risposta-display


Certo, la maggior parte degli utenti quando sceglie uno smartphone, di certo non confronta o non nota il tempo di risposta al tocco, ma è sicuramente una caratteristica che può rendere veramente migliore l’esperienza di utilizzo del device.

Da questo studio, durato oltre 6 mesi, si è scoperto che la maggior parte dei vecchi dispositivi raggiunge tra gli 80 e i 250 millisecondi di latenza, quindi impiegano fino ad un quarto di secondo per rispondere ad ogni nostro tocco.

Gli smartphone più recenti hanno fatto grandi passi avanti in merito alla latenza. Basti pensare che dispositivi come iPhone 5S hanno tempi di latenza di 75 millisecondi e il Note 3 ha un ritardo al nostro tocco di 67 millisecondi. Tra tutti i device analizzati nello studio, nessuno di questi è riuscito ad eguagliare i livelli di HTC M8, che è l’unico dispositivo che riesce a rompere la barriera dei 50 millisecondi.

Tra i tablet, il Galaxy Tab 8.0.3 si attesta sui 168 millisecondi, il Kindle Fire HD intorno ai 114 millisecondi, il Nexus 7 raggiunge i 135 millisecondi, il Surface RT 95 millisecondi.

Nel video qua sotto possiamo vedere la differenza tra il tempo di risposta al tocco dei dispositivi di adesso e l’obiettivo finale che Microsoft si sta prefiggendo, 1 ms di latenza del display.

Questo obiettivo verrà raggiunto quando riusciremo a capire quali sono tutti gli elementi che influenzano la latenza di un display. Per ora, come potete vedere anche voi dal grafico, si è visto che non esiste nessuna correlazione tra la latenza e le dimensioni dello schermo, o la velocità del processore, o la RAM. Ad esempio, HTC M7 ha un processore più veloce rispetto al Samsung Galaxy S3, ma la latenza è minore sull’S3.

Adesso siamo curiosi di vedere come saranno i tempi di risposta degli ultimi device in uscita, che il team di Les Numeriques ha già annunciato di testare al più presto.

Via Android Authority