AndroidNewsSmartphone

Honor, la svolta: i prossimi smartphone avranno le app e i servizi Google

honor google

Il sacrificio di Huawei, che ha scelto di staccarsi definitivamente dal suo (ex) sub-brand Honor, sembra essersi rivelata una mossa azzeccata, almeno per quanto riguarda il sottomarchio. Nelle ultime ore è stato infatti confermato che i telefoni Honor, a partire dalla serie Honor 50, avranno le app e i servizi di Google.

honor google

La divisione tedesca di Honor ha confermato questa importante informazione su Twitter, rispondendo ad una domanda sul prossimo telefono alimentato con Snapdragon 778. La società cinese ha quindi chiarito che il dispositivo avrà i Google Services, confermando che verrà comunque mantenuta la personalizzazione Magic UI con alcune nuove funzionalità.

L’Honor 50 diventerebbe quindi il primo telefono dell’azienda a essere lanciato con i servizi Google dal maggio 2019, ovvero dal momento in cui gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni severe a Huawei. Parliamo dell’ormai celebre “ban” inflitto dalla precedente amministrazione guidata da Donald Trump e finora mantenuto da quella attuale del presidente Joe Biden. Una decisione che ha ovviamente comportato gravi perdite economiche per Huawei, che si è trovata costretta a vendere Honor ad un consorzio di aziende cinesi.

Come nuovo marchio indipendente, Honor si è concentrato sul ripristino delle partnership con Qualcomm, Intel e molte altre società tecnologiche. Google era probabilmente il pezzo più importante del puzzle che Honor stava lentamente ricomponendo.

A questo punto, l’impressione degli esperti del settore è che Honor possa finalmente puntare ad un grande ritorno nei mercati europei e asiatici, dove una volta deteneva una posizione di mercato tutto sommato soddisfacente. È troppo presto per dire se l’azienda riuscirà a competere nuovamente con gli altri “colossi” cinesi, che hanno superato l’ex sub-brand di Huawei ormai da molto tempo. Tuttavia, il ritorno dei Google Services è senza dubbio una notizia importantissima per il brand e per i suoi follower.


Fonte Android Authority

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Samsung "cancella" il Galaxy Z Fold 2 dal sito: in arrivo il Galaxy Z Fold 3?

AndroidNewsSmartphone

Huawei sta pensando di cancellare il Mate 50: ecco perché

AndroidNewsSmartphone

Quick Share esteso anche ai prodotti di altri brand: l'idea di Samsung

EditorialeNews

Amazon Prime Day conviene davvero? Le nostre riflessioni