Le funzionalità di ricerca di Google sono in continua espansione. Una delle novità più innovative ideate da quest’ultimo , è sicuramente l’introduzione del suo assistente vocale denominato Google Now. Tramite questa fantastica funzionalità, attivabile grazie alla parola “Ok Google”, avremo accesso a tantissime informazioni.

Google-Now

Ultimamente, Google ha implementato la funzionalità vocale “OK Google”, disponibile solamente su Motorola Moto X e Google Nexus 5 e solamente in lingua inglese, che ci permette di avviare una ricerca semplicemente richiedendola vocalmente allo smartphone.

Secondo gli ultimi rumors, l’azienda di Mountain View potrebbe espandere questa funzionalità in stile Moto X, rendendola disponibile anche a schermo spento e all’interno di altre applicazioni, con il nome in codice di “Android eyes free” o “KITT”.

Google Now: in arrivo nuove funzionalità

Per questa nuova funzionalità, l’interfaccia di ricerca è stata ripresa dalla modalità di Android “DayDream”, con uno schermo nero accentuato solo dalle icone blu e rosse circolari che indicano quando Google è in ascolto e quando parla.

Questa nuova funzionalità prevederebbe addirittura che il device sia in grado di risponderci anche mentre è spento, purché sia in fase di ricarica. Il problema sarà ovviamente capire quali dispositivi supporteranno questa funzionalità e quale impatto avrà sull’autonomia.

Grazie ai ragazzi di AndroidPolice, siamo in grado di fornirvi alcune immagini del nuovo progetto di Google.

Inoltre, è possibile modificare alcuni criteri, fornendo indicazioni più dettagliate alle funzionalità che possono essere attivate o disattivate.

Ci sarà  anche un’integrazione con i dispositivi Bluetooth, in modo da poter utilizzare questi comandi anche quando stiamo guidando con un auricolare, oppure mentre stiamo effettuando un’attività sportiva, con la possibilità di leggerci le notifiche. Infine, si potranno attivare i comandi anche muovendo la mano davanti al dispositivo.

Per finire, mentre siamo alla guida del nostro veicolo, Google leggerà completamente la scheda, in modo da evitarci distrazioni.

In soldoni, Google ha in programma di realizzare un vero e proprio computer di bordo portando le funzionalità dal Moto X su Google Now, aggiungendo la proprio interfaccia utente. Infine, attenendoci alle parole della fonte, Google vorrebbe portare KITT su ogni device Android, ma bisognerà vedere quali dispositivi saranno in grado di supportare al meglio questa nuova funzionalità. Al momento non sappiamo quando questo accadrà. Non ci resta che attendere un comunicato ufficiale da parte di Google per scoprire quando questo nuovo progetto sarà rilasciato.