AndroidNews

Google svela Android 12: “Material You”, più privacy e grandi prestazioni

google android 12

Come avevano “pronosticato” molti esperti del settore e diverse fonti vicine a Google, in occasione del Google I/O – che si sta tenendo proprio in questi giorni in modalità virtuale in rispetto delle norme anti-Covid, ndr – è stato annunciato ufficialmente Android 12, la nuova versione del sistema operativo di BigG.

google android 12

Android 12 era già disponibile come beta per sviluppatori, ma molte delle sue caratteristiche e delle funzionalità dovevano ancora essere rivelate. Per questo tutte le attenzioni nella giornata di ieri erano concentrate sulla presentazione della dodicesima versione del robottino verde.

Android 12, la rivoluzione comincia dal design

Il design è senza dubbio la più grande novità di Android 12, con il nuovo linguaggio che prende il nome di “Material You”. La nuova grafica dell’interfaccia è giocosa e vivace, in grado di apportare un rinnovamento davvero necessario all’aspetto del sistema operativo. Non vedremo più gli sfondi bianchi dominanti e onnicomprensivi: al contrario, Google ha pensato ad uno sfondo pastello leggermente colorato che fa risaltare testo, icone e contenuti sullo schermo, aggiungendo contemporaneamente un tocco di colore a dir poco gradevole nell’intera interfaccia. La tavolozza dei colori verrà modificata automaticamente in base allo sfondo impostato, in modo tale da garantire un’esperienza visiva più coerente.

google android 12 design

Grazie a una funzionalità denominata Color Extraction, Android determinerà automaticamente quali colori sono dominanti e quali invece sono complementari, colorando sopra l’ombra delle notifiche, la schermata di blocco, i nuovi controlli del volume, i nuovi widget e molto altro ancora. Ma il colore non è tutto: Google ha anche introdotto moltissime nuove animazioni fluide, che evocano una sensazione coerente di fluidità nell’intera interfaccia.

Ma le novità non riguardano soltanto il colore e il movimento. L’interfaccia stessa è stata drasticamente modificata, a cominciare dal menu Impostazioni rapide, reso più semplice: il cursore della luminosità ora si trova nella parte superiore dell’area di notifica, ed è più grande rispetto al passato. I riquadri delle impostazioni rapide sono ora soltanto quattro quando l’ombra delle notifiche non è completamente espansa, andando così a creare un aspetto pulito. Quando necessario, il widget musicale Now Playing è ancora presente, offrendo all’utente un facile accesso alla musica o ai podcast.

Le notifiche delle app di chat vengono ancora visualizzate come conversazioni, in modo tale da continuare facilmente le conversazioni senza nemmeno aprire l’app di messaggistica.

Android 12, l’impegno di Google su sicurezza e privacy

Altri aspetti su cui Google si è concentrata molto sono certamente la sicurezza e la privacy, che vengono elevate in Android 12. Si notano infatti nuovi indicatori di privacy simili a quelli di iOS nell’angolo in alto a destra, che indicheranno chiaramente se la fotocamera o il microfono vengono utilizzati attivamente da una determinata app. Toccando queste icone l’utente riuscirà a sapere esattamente quali app stanno utilizzando il microfono e la fotocamera del telefono. Due nuove opzioni inserite nelle Impostazioni rapide consentiranno all’utente di spegnere il microfono, la videocamera o entrambi fin dall’accesso dal sistema, garantendo una certa tranquillità a coloro che hanno molto a cuore la propria privacy.

Un’altra funzionalità che guarda molto alla privacy è la nuova dashboard, che mostra facilmente a quali dati si accede, con quale frequenza e da quali app. L’utente può revocare facilmente le autorizzazioni concesse all’app direttamente dalla dashboard.

Anche l’accesso alla posizione è stato rinnovato. Gli utenti avranno infatti la possibilità di concedere alle app una posizione precisa o approssimativa quando viene richiesta l’autorizzazione: una funzione che riguarda soprattutto le app per la consegna di cibo, oppure quelle che forniscono le previsioni meteo.

Le performance di Android 12 sono decisamente superiori

Anche sul piano delle prestazioni Android 12 riesce a garantire un miglioramento rispetto alla versione precedente del sistema operativo di Google. Il gigante di Mountain View ha fatto in modo di rendere Android 12 più veloce e più reattivo, con una migliore efficienza energetica rispetto ad Android 11. BigG afferma che il tempo CPU necessario per i servizi di sistema di base è stato ridotto fino al 22%, e allo stesso tempo è stato ridotto l’utilizzo della CPU dei core di grandi dimensioni da parte del server di sistema fino al 15%. Grazie a queste straordinarie riduzioni, gli utenti potranno godere di una durata della batteria certamente più ampia.

Android 12, ancora nessuna data di lancio ufficiale

A questo punto non resta che capire quando verrà finalmente ufficializzato Android 12. Come prevedibile, Google non ha fornito alcuna data precisa durante l’evento Google I/O. Sappiamo per certo che Android 12 arriverà entro la fine dell’anno (molto probabilmente tra la fine di agosto e la prima metà di settembre), ma la prima beta pubblica è già disponibile per i possessori dei Google Pixel e anche per una serie di altri dispositivi dei marchi ASUS, OnePlus, Oppo, Realme, Sharp, TCL, vivo, Xiaomi e ZTE.

Potrebbero interessarti
AndroidGuideGuidePC

Come sincronizzare gli appunti tra Windows e Android

AndroidNewsSmartphone

Samsung, il sensore da 108 MP in arrivo su un mid-range: ecco quale

AppleiPhoneNews

iPhone 13, le batterie sono davvero migliorate: capacità e durata

AndroidNewsSmartphone

Xiaomi Mi 11T, 11T Pro e 11 Lite sono ufficiali (assieme al Pad 5)