Negli ultimi giorni sono state molte le voci che hanno interessato il Galaxy Note 9, il nuovo dispositivo di Samsung che dovrebbe essere annunciato tra non molto. Dopo i “leak” che hanno rivelato molte caratteristiche del design, ecco che il nuovo telefono fa la sua comparsa sul noto portale di benchmarck Geekbench, solitamente il preludio al lancio ufficiale.

Galaxy Note 9, lancio previsto per il mese di Agosto

galaxy note 9

Un paio di settimane fa il Galaxy Note 9 aveva ottenuto la certificazione TENAA, che confermava come il device sarebbe arrivato in due varianti distinte. La versione pubblicata su Geekbench sembra essere proprio una di queste due. Il numero di modello è “SM-N960U”: dato che la variante americana del Galaxy Note 8 aveva come numero di modello “SM-N950U”, è facile immaginare come questa variante (probabilmente dedicata al mercato USA, ndr) comparsa sul sito di benchmark rappresenti il suo successore.

Dando un’occhiata all’elenco, si notano subito alcune importanti specifiche tecniche. Il telefono ha infatti un processore Snapdragon 845, abbinato a 6 GB di RAM. Il sistema operativo sarà Android 8.1 Oreo. Questa quotazione risale al 9 maggio: il Galaxy Note 9 è riuscito a totalizzare 2.411 punti nel benchmark single-core, mentre il benchmark multi-core riporta un punteggio pari a 8.712. Al momento non sono risultati eccellenti, ma è probabile che la versione finale del dispositivo riscuoterà quotazioni più alte.

Il Galaxy Note 9 probabilmente non verrà lanciato prima di agosto, poiché la società dovrebbe ospitare uno dei suoi eventi “Unpacked” proprio in quel mese: l’occasione ideale per presentare Galaxy Note 9.

Gli esperti del settore hanno notato subito una somiglianza tra il nuovo device e il suo predecessore. Il telefono sarà dotato di cornici molto sottili sia sopra che sotto il display. Il Galaxy Note 9 probabilmente avrà un display QHD + che sarà più grande del pannello del Galaxy S9 Plus. L’altra variante dovrebbe avere come processore Exynos 9810 e una batteria piuttosto grande. Inoltre, sembra confermata la certificazione IP per la resistenza all’acqua e alla polvere, oltre alla ricarica wireless.