Fortnite è il gioco del momento. Se fino a qualche mese fa Pokémon Go era il videogioco sulla bocca di tutti, il prodotto realizzato da Epic Games ha gradualmente conquistato un vastissimo mercato, risultando attualmente uno dei videogiochi più praticati al mondo.

Disponibile per PC, Xbox One e PS4, ma anche su mobile (Android e iOS), Fortnite si presenta come un gioco di normale complessità ma che, a causa della sua natura competitiva, richiede una certa pratica per consentire di raggiungere ottimi risultati.

Fortnite: la versione Battle Royale è gratuita

La versione Battle Royale di Fortnite è separata dal resto del gioco. Ciò significa che un giocatore può scaricare in maniera del tutto gratuita la modalità in questione e fiondarsi in entusiasmanti partite che possono arrivare a coinvolgere ben 99 giocatori contemporaneamente.

Dunque, chiunque con una console, un telefonino o un PC (con hardware adatto) può essere facilmente coinvolto nelle furibonde e divertentissime sezioni di gioco. Si, ma come fare per evitare figuracce e risultare quantomeno competitivi?

Consigli generici

Naturalmente, come tutti i giochi competitivi, conta molto la pratica: non scoraggianti se nelle prime partite vieni umiliato da giocatori più esperti. Si tratta di un processo normale di apprendimento (non solo di Fortnite).

  • Sfrutta le coperture a tuo vantaggio: pensa sempre a come i tuoi avversari siano tutti umani e non controllati dall’IA. Puoi dunque utilizzare i ripari per muoverti senza essere visto e prendere alla sprovvista un altro giocatore. Evita in tutti i modi di muoverti attraverso spiazzi o zone dove saresti facile preda per i giocatori più esperti.
  • Scegli bene dove cominciare la tua partita: può sembrare un consiglio quasi scontato ma non è così. Se scegli bene dove catapultarti ad inizio partita, hai già un grande vantaggio rispetto ai giocatori meno smaliziati.
  • Valuta bene ogni singola situazione o scontro tra altri giocatori: se vedi due o più giocatori che si stanno attaccando a vicenda come ti devi comportare? In tal senso non esiste una risposta universale. Molto dipende dalla tua tattica (più o meno aggressiva), anche se devi sempre cercare di valutare attentamente ogni singolo caso: evita di essere coinvolto nel conflitto a fuoco, intervieni solo quando è rimasto un solo giocatore in vita per intervenire e fare un bottino facile.
  • Le cuffie sono pressoché obbligatorie: l’udito ha un’incidenza piuttosto accentuata in Fortnite. Riuscire a sentire un nemico che ti si sta avvicinando o capire da dove provengono degli spari è essenziale per sopravvivere: per ottenere il massimo a livello uditivo è consigliato utilizzare cuffie di ottima qualità.
  • Gestisci al meglio il tuo arsenale: cerca di ottenere armi utili sia per gli scontri ravvicinati, sia per quanto riguarda il lungo raggio. Ricorda sempre che non si tratta di un FPS vecchio stile: se sei troppo irruento e se utilizzi poco acume, avrai vita breve.
  • Il respawn: armi e altri oggetti utili hanno dei tempi di respawn. Tieni presente che molti giocatori si fiondano su di essi senza pensare troppo: non farti ingolosire e tieni presente che i giocatori più avidi sono anche bersagli facili…
  • Sfrutta le sfide settimanali, fai esperienza: in Fortnite esistono una serie di sfide settimanali che ti consentono di ottenere esperienza e altri premi particolari. L’esperienza (intesa come punteggio del personaggio) è un fattore molto importante in questo gioco anche se spiegheremo in seguito più approfonditamente la sua utilità.

In realtà si tratta di consigli piuttosto generici ma, per chi comincia, questo può bastare a poter cominciare la propria avventura nel gioco senza dover per forza essere perennemente il primo videogiocatore ad essere ucciso nella sessione.

Una volta ottenuto un briciolo di confidenza con Fortnite, allora sei pronto a dettare legge e farti rispettare!

Movimento e ambiente circostante

Conoscere la mappa e come si comporta l’ambiente attorno al nostro personaggio è un buon punto di partenza per ogni gioco di questo genere.

Come già accennato, anche solo muoversi causa rumore: l’udito infatti è un fattore che può risultare facilmente determinante in Fortnite. In tal senso è consigliato correre solo quando vi è reale necessità, in quanto ciò causa un rumore maggiore e può renderti un bersaglio a dir poco ghiotto.

La posizione accovacciata è un’opzione piuttosto utile per sfruttare l’ambiente circostante. Alberi e altri oggetti infatti, possono essere ottimi per evitare di essere facili bersagli e, spesso, anche per cogliere alla sprovvista i nemici. Ancor prima di sapere come sparare a un avversario, un giocatore di livello, sa come gestire corsa, posizione accovacciata e utilizzo dell’ambiente circostante per mimetizzarsi.

L’importanza della mappa

La mappa è fondamentale per i giocatori di Fortnite. Sapere dove ti trovi e verso dove ti devi muovere è di importanza estrema. Tieni presente che rispetto ad altri giochi PUBG, Fortnite presenta una mappa più ristretta e gli scontri risultano dunque più ravvicinati e frenetici.

Muoviti tenendo sempre presente che la tempesta è un pericolo costante e, anche se alcuni giocatori pro la utilizzano per tattiche di combattimento estremamente avanzate, è cosa buona e giusta tenercisi a debita distanza.

PE, i Punti Esperienza

Da non confondere con il bagaglio d’esperienza del giocatore, i PE risultano fondamentali per chi vuole fare il salto di qualità in Fortnite. Come prima cosa va chiarito come si ottengono PE, ovvero:

  • sopravvivendo il più possibile
  • effettuando più kill possibili
  • con un migliore piazzamento finale
  • tramite le sfide

I PE consentono di raggiungere il livelli successivi con cui sono sbloccate personalizzazioni e oggetti speciali. Quali sono i trucchi per ottenere più PE nel minor tempo possibile e senza spendere denaro? Soprattutto nelle prime fasi di gioco, il miglior metodo per ottenere punti esperienza, potrebbe essere quello di sopravvivere il più a lungo possibile.

Anche se non si tratta di uno stile di gioco molto divertente, cercare di durare quanto più possibile consente di accumulare PE. Naturalmente, mano a mano che prenderai le misure, sarà il caso di cominciare ad effettuare le prime kill, magari sfruttando situazioni particolarmente propizie.

Armi e respawn

Serve sottolineare l’importanza delle armi in un gioco del genere? Riuscire a trovare le armi adatte nel minor tempo possibile può essere un vantaggio fondamentale. Eppure non basta girovagare come anime dannate su e giù per la mappa: bisogna tenere presente alcune meccaniche di gioco per non essere troppo avidi e ritrovarsi crivellati di colpi!

Perché affermiamo ciò? Armi e munizioni sono piuttosto visibili e ciò comporta che i giocatori più incauti vi si fiondino sopra: fai dunque sempre grande attenzione.

Per poter ottenere risorse e armi in Fortnite esistono anche delle casse sparse all’interno degli edifici. Possono contenere oggetti di grande valore e quindi sono particolarmente ricercate dai giocatori.

Armi e armi

Il sistema di armi su Fortnite è piuttosto semplice: sono suddivise tramite colori in base alla rarità (verde, blu, viola e arancione) e non risultano potenziabili. Ogni step rappresenta un danno maggiore.

Questa meccanica di gioco, seppur piuttosto banale, consente di non intaccare il ritmo piuttosto serrato degli scontri con tatticismi o ragionamenti simili.

Come già affermato, cerca sempre di avere con te diverse tipi di armi e non di sceglierle solo in base alla semplice potenza di esse: abbinare un fucile a pompa (per il corto raggio), un fucile automatico e uno da cecchino, è un buon metodo per fronteggiare ogni situazione.

Tattiche di combattimento

Se pensi che attaccando alla cieca avrai la meglio in Fortnite, forse hai sbagliato gioco. Servono alcune tattiche di base, un minimo di pratica e una certa manualità per poter ottenere buoni risultate.

Passi e apertura chiusura delle porte possono essere un buon modo per poter ascoltare il nemico ancora prima di vederlo: per vincere bisogna saper quando muoversi e quando rimanere fermi.

Dosa le munizioni: sparare a caso non solo te le fa sprecare ma segnala a tutti dove ti trovi. Attacca quando pensi di avere buone possibilità di colpire l’avversario.

Quando sei sotto fuoco nemico e la situazione si fa calda… comincia a saltellare a ritmo alternato: si tratta di un buon metodo per cercare di evitare qualche colpo e sperare che, nel frattempo, il nemico finisca le munizioni.

Gestisci lo zaino e lo spazio disponibile con le cure (preziosissime) e i materiali con cui costruire. Sparare non è l’unico modo per avere successo in Fortnite.

Risorse e costruzione

Questo gioco offre una serie di varianti al gameplay davvero impressionanti: esiste infatti la possibilità di recuperare risorse e materiali vari per costruire trappole e marchingegni che possono aiutarci a eliminare o rallentare gli avversari.

Si tratta di una caratteristica saliente di Fornite e, anche in questo ambito, devi saperti destreggiare bene se vuoi raggiungere buoni risultati.

muri, soffitti, pavimenti, ma anche ponti e torri ma soprattutto le micidiali trappole possono essere gli oggetti che, con i giusti materiali, saranno costruiti dal nostro personaggio grazie a un tool di cui è dotato di default.

Per ovvie ragioni, le prima fasi di una partita devono essere concentrate sul ritrovamento di materiali e, solo nella parte finale, ci si può concentrare sulla realizzazione di strutture. Molte risorse possono essere accumulate anche distruggendo oggetti o effettuando ritrovamenti nelle già citate casse.

Non sottovalutare l’esperienza sul campo

Al di là dei consigli singoli, siano essi piuttosto banali per un gamer con grande esperienza o estremamente difficili da seguire per un novizio, devono essere accompagnati con una certa pratica.

Le meccaniche del gioco frizzanti e dinamiche, danno l’opportunità di poter ottenere la vittoria seguendo diverse strategie: per conoscerle profondamente però, è necessario fare decine e decine di partite, impegnandosi sempre anche se le cose (logicamente) agli inizi andranno piuttosto male.