AndroidNewsSmartphone

Exynos 2100 ufficiale il 12 gennaio, lo troveremo sui Galaxy S21. Supererà Snapdragon 888?

exynos 2100

Mentre continuano a comparire sul web indiscrezioni e voci riguardanti la nuova serie Galaxy S21, che Samsung svelerà ufficialmente il prossimo 14 gennaio, la stessa azienda sudcoreana ha rivelato che un nuovo chip sarà lanciato due giorni prima, il 12 gennaio. Si tratta quasi certamente di Exynos 2100, che andrà ad alimentare le varianti europee, mediorientali e sudcoreane del Galaxy S21. I modelli in vendita negli USA e in Cina avranno molto probabilmente il processore Qualcomm Snapdragon 888.

exynos 2100

Negli ultimi tempi si è parlato molto di Exynos 2100 come possibile “riscatto” per Samsung, spesso criticata per la scarsa qualità dei suoi processori. Critiche in alcuni casi anche molto feroci, che hanno spinto il colosso di Seul ad operare enormi cambiamenti interni, come l’abbandono dei core personalizzati Mongoose, optando invece per i design di Arm. Una scelta corretta, che dovrebbe aiutare Samsung a ridurre la differenza nelle prestazioni tra i modelli basati su Snapdragon e quelli basati su Exynos.

Il nuovo chip di Qualcomm, certamente uno dei più attesi, si basa sul processo di produzione a 5 nm e presenta un core basato su Cortex-X1 di Arm che funziona a 2,84 GHz, tre core Cortex-A78 e quattro core Cortex-A55. L’Exynos 2100 offre la stessa architettura, ma il suo core Cortex-X1 funzionerà probabilmente a 2,91 Ghz, e quasi sicuramente anche gli altri core avranno velocità di clock più elevate rispetto allo Snapdragon 888.

Inoltre, sempre stando ai “leak”, pare che il nuovo SoC Exynos sia anche più efficiente dal punto di vista energetico rispetto ai suoi predecessori.

Come sempre, Samsung non si concentra solo sulla fascia alta. Il mese scorso, il produttore sudcoreano ha annunciato un nuovo chip per telefoni di fascia media, Exynos 1080, che farà il suo debutto alla fine del mese su un telefono del brand Vivo. Qualcomm ha recentemente condiviso i risultati dei benchmark ufficiali per Snapdragon 888: ad un primo confronto, si nota subito come Exynos 1080 si sia avvicinato moltissimo ai livelli prestazionali di Snapdragon.

L’Exynos 1080, infatti, avrebbe raggiunto 693.600 punti su AnTuTu, non molto lontano dal punteggio conseguito da Snapdragon 888, che ha ottenuto 735.439 punti. Anche su Geekbench le differenze non sembrano più così marcate come in passato: lo Snapdragon 888 ha infatti ottenuto un punteggio di 1.135 e 3.794 rispettivamente nei test single-core e multi-core, mentre l’Exynos 1080 ha totalizzato rispettivamente 888 e 3.244 punti.

Dato che l’Exynos 1080 ha specifiche inferiori rispetto al chip premium di Qualcomm, le probabilità che l’Exynos 2100 vada a superare il processore Snapdragon 888 sono davvero elevatissime, anche se il recente suggerimento di Roland Quandt ha gettato qualche ombra su questa possibilità. Il “leaker” ha infatti avvertito che l’Exynos 2100 potrebbe rivelarsi un chipset a 7 nm e non un SoC a 5 nm come previsto inizialmente.

Tuttavia, questa ipotesi non sembra essere molto convincente, dato che l’Exynos 1080 di fascia media si basa sulla tecnologia di fabbricazione a 5 nm. Considerando che le specifiche di Exynos 2100 richiedono un processo di fabbricazione più avanzato, i timori di Quandt non sembrano fondati, anche se è sempre meglio attendere dettagli ancora più concreti.


Fonte Phone Arena

Potrebbero interessarti
News

Limitata app Enel su Android Auto, multa da 100 milioni di euro per Google

News

Dimensity 900, ecco il nuovo processore di MediaTek per la fascia media

AndroidNewsSmartphone

Realme 8 e Realme 8 5G arrivano in Italia (assieme ai Buds Q2)

AndroidNewsSmartphone

ASUS Zenfone 8 e Zenfone 8 Flip, ufficiali i due nuovi smartphone