OS_X_exploit

Dopo l’aggiornamento rilasciato da Apple che ha avuto il compito di chiudere la falla di sistema DYLD_PRINT_TO_FILE, con il rilascio di OS X 10.10.5 è stato condotto un insolito sviluppo per portare una sorta di Jailbreak su Mac da sviluppatori di terze parti, che ha portato alla luce una nuova agghiacciante vulnerabilità che consentirebbe agli aggressori di accedere ad un primo livello del sistema operativo.

Secondo le informazioni dello sviluppatore Luca Todesco, la vulnerabilità interessa tutte le versioni di OS X Yosemite, incluso OS X 10.10.5 ma fortunatamente non presente in OS X El Capitan. Tedesco non è stato in grado di inviare un report completo per allertare Apple sui problemi di sicurezza che affliggono la maggior parte dei sistemi OS X e purtroppo lo stesso ha anche rilasciato la procedura per compiere una sorta di patch su Mac e ulteriori dettagli sull’exploit utilizzato che potrebbe essere utilizzato anche dai malintenzionati per prendere il pieno controllo di una macchina OS X, anche se lo studio andrebbe più approfondito.

Attualmente Apple non ha ancora espresso un parere ufficiale riguardo alla falla trovata e ai relativi problemi di sicurezza su OS X Yosemite e OS X 10.10.5 ma c’è da tenere presente che è bastato meno di un mese all’azienda per chiudere l’exploit di DYLD_PRINT_TO_ACCESS quindi un nuovo aggiornamento di sicurezza dovrebbe essere disponibile a breve, nel frattempo sono invitati tutti gli utenti ad agire con prudenza e a scaricare solo applicazioni autorizzate dal Mac App Store.