Sono molti i telefoni che hanno ricevuto le patch di sicurezza riguardanti il mese di settembre, e alcuni dispositivi stanno già ottenendo le patch di ottobre, che sono state annunciate da Android nelle scorse ore.

essential phone

Tra questi c’è anche Essential Phone, uno dei primissimi telefoni a ricevere la versione stabile di Android 9 Pie, l’ultima versione del sistema operativo realizzato da Google. L’azienda stessa ha comunicato che il suo device sta già ricevendo l’aggiornamento con le patch di sicurezza di ottobre.

Essential ha sbaragliato la concorrenza distribuendo gli aggiornamenti di Android nello stesso giorno in cui Google li ha annunciati. E’ anche vero che è più semplice procedere ad un aggiornamento quando ci si deve occupare di un solo telefono, come in questo caso, ma va dato comunque onore al merito al marchio del CEO Andy Rubin. Tra l’altro si tratta di un aggiornamento che non porta con sè soltanto le patch, ma anche una funzionalità precedentemente rimossa.

Lo scorso mese di agosto, Essential ha lanciato l’aggiornamento di Android Pie che però non includeva le impostazioni del Notch presenti invece nella versione di Android Oreo. Queste opzioni hanno permesso di personalizzare il modo in cui le app utilizzano la barra di stato / area notch. L’assenza di questa funzione nell’aggiornamento ad Android Pie è sembrata piuttosto strana, anche perchè Android 9 è la prima versione che supporta ufficialmente le tacche. Essential ha tranquillizzato gli utenti, garantendo che la funzionalità sarebbe stata reinserita con l’aggiornamento successivo: l’azienda ha mantenuto la promessa.

I file OTA e fastboot sono già disponibili per il download. Essential Phone potrebbe non disporre del miglior hardware possibile in tutto il vasto mondo Android, ma gli aggiornamenti super veloci restano un motivo sicuramente molto valido per utilizzare questo telefono. Ricordiamo che Essential Phone è alimentato da un processore Qualcomm Snapdragon 835, abbinato ad una GPU Adreno 540, 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.