rufus-cuff-predzakazservletjiveservletshowimage38-4470-12608iggvideocoverphotoalt

Un nuovo dispositivo dal nome curioso, ma vi possiamo assicurare che di curioso non ha solo il nome, sembra di avere al polso uno schermo televisivo, in quanto le dimensioni dello Rufus Cuff sono al quanto generose.

Il Rufus Cuff arriverà solo alla fine di gennaio 2016, anche se si tratta di un vecchio progetto già messo in atto nel 2014. Le dimensioni o meglio l’estetica,  in poche parole è quella di uno smartphone da 3,2” con un braccialetto da polso, e dire che gli smartwatch sono stati progettati per agevolare gli utenti nell’utilizzo e nella praticità nel’indossarlo.

Caratteristiche tecniche  smartwatch Rufus Cuff

Questo smartwatch è dotato di un  SoC Texas Instruments Cortex-A9,  ha una memoria da 8, 16, 32 o 64 GB, una fotocamera per le videochiamate (o per fare foto, se aveste il polso particolarmente ruotante), Wi-Fi, GPS e Bluetooth, oltre ad una batteria da 1.175 mAh, la cosa strana che non è disponibile la connettività alla rete mobile, il che è abbastanza anomalo per un dispositivo che vuole rimpiazzare smartphone, portafogli, orologio, fitness tracker.

Comunque se lo smartwatch viene abbinato ad uno smartphone Android o iOS potrete comunque ricevere ed effettuare chiamate grazie a speaker e microfono inclusi, mentre il sistema operativo è aggiornato ad Android KitKat.

Il prezzo previsto per la versione da 8 Gb si aggira sui 249$