Al di là dai soliti canoni tipici dei moderni puzzle su smartphone, Deep Loot promette un modello efficace di strategia sfruttando un filone adventure di certo non inesplorato, ma pur sempre affascinante: esplorazioni subacquee marine.

deep loot

Deep Loot, quando strategia e azione si uniscono

Dopo innumerevoli tentativi di portare format di sicuro interesse su iOS in ambito videoludico, in cui i developer -sia indie che appartenenti a delle major del videogioco- hanno dato fondo ai più forti sforzi creativi per inventare combinazioni tanto improbabili quanto apprezzabili di personaggi al limite della bizzarria e di background altrettanto folli, Deep Loot, disponibile per App Store in maniera del tutto gratuita, si ripromette di ripescare (e data la tipologia del gioco, è il caso di dirlo) un filone mai disprezzato dall’utenza, tuttavia non sempre sviluppato a dovere: l’esplorazione delle profondità oceaniche, al fine di un loot (ricerca di tesori) abbastanza corposo.

I developer di Monster And Monster dimostrano, con Deep Loot, di saper ibridare uno strategico con alcune venature frenetiche agli action più in voga per dispositivi portatili, in cui l’utente impersonerà un anonimo subacqueo pronto a diventare una sorta di Lara Croft delle profondità degli oceani, quindi teso a recuperare artefatti archeologici ed ovviamente cospicui tesori, tutto questo senza pretendere eccessivamente dalla struttura di un titolo che si preannuncia essere parecchio ridanciano e scanzonato, a giudicare dalla grafica in pixel art, che ricorderà certamente i tempi delle console portatili a LCD.

Originalità e gameplay retrò fusi insieme

Una delle peculiarità maggiori di Deep Loot risiede nel fatto che l’ibridazione con così tanti stili differenti di gioco ha permesso di implementare anche un’architettura simile a quella degli endless runner, dinamica ovviamente confinata all’autonomia delle bombole d’ossigeno del protagonista, che dovrà portare a termine il recupero anzitempo, considerando la loro limitatezza. Monster and Monster ha inoltre implementato un modello puzzle in cui è sufficiente effettuare dei tap per sfruttare svariati strumenti necessari al recupero dei monili, tra cui raggi laser e trivelle, rendendo al contempo più facile e complessa la sfida.

Ulteriore punto a favore di Deep Loot è la struttura tipicamente roguelike, in cui il progredire degli stage di gioco è segnato da una forte casualità nella generazione degli scenari, fattore decisamente a favore della longevità, di norma non estesa in titoli di questa tipologia. Grazie all’impegno da profondere nelle sfide (sia a livello intellettuale che di “consumazione” della propria pazienza, tuttavia senza mai scadere nella frustrazione), Deep Loot può considerarsi, grazie ad un modello free to play convincente, una delle migliori alternative agli action strategici di mero intrattenimento casuale su iPhone. Voto Finale: 8