L’operazione “trasparenza” di Iliad continua inarrestabile: a dispetto delle numerose critiche e degli inevitabili problemi a livello logistico che il nuovo operatore telefonico ha dovuto affrontare in queste sue prime settimane in Italia, la “rivoluzione” annunciata dal claim non sembra intenzionata a fermarsi.

iliad

Oggi arriva un’importante aggiunta nell’Area Personale: un dettaglio che era stato tra i principali motivi di protesta delle associazioni dei consumatori, sempre pronti poi a chiudere un occhio (o due…) di fronte a casi ben più gravi coi cosiddetti giganti del settore.

In ogni modo ci riferiamo alla possibilità di bloccare o sbloccare il traffico dati su internet una volta raggiunti i 30 GB garantiti dall’offerta unica di Iliad. La nuova funzionalità, come detto, è stata aggiunta da poche ore nell’area personale riservata agli utenti ed arriva peraltro dopo altre due novità nei giorni scorsi: la possibilità di effettuare la portabilità del numero su SIM già attive in precedenza e quella di chiedere la rescissione immediata del contratto.

Andando più nello specifico, c’è da sottolineare che Iliad, di default, blocca la navigazione una volta raggiunta la soglia mensile di traffico dati, gli ormai famosi 30 GB. Una decisione presa per evitare brutte sorprese con crediti residui che potevano sparire visto il costo non indifferente che segue i GB offerti dal piano tariffario.

Una volta disattivato manualmente il blocco pre-impostato si potrà continuare a navigare e ad usufruire di servizi web al costo di 0.90 euro ogni 100 MB: non pochi, francamente.

Non è la sola novità del giorno: si potrà inoltre bloccare o sbloccare anche il consumo dati in roaming (in Europa o in altri paesi del mondo) quando si superano i 50 euro. Insomma, come accennavamo in precedenza, trasparenza prima di tutto.

Le due funzioni sono attivabili recandosi nell’area personale Iliad e scegliendo “Le mie opzioni”: nella stessa schermata apparirà anche lo stato dell’attivazione del 4G LTE e si potranno sbloccare i numeri a pagamento.