Per gran parte della loro storia, i droni sono stati principalmente associati alla guerra, ma ora che sono usciti dal mercato militare, vengono effettivamente usati per un compito molto diverso: salvare vite. Stanno già agendo in questo modo negli ospedali in Ruanda, mappando aree disastrate e aiutando in molti altri modi. In futuro è probabile che troveremo i droni che fanno di tutto, dallo spegnere gli incendi all’impollinazione delle nostre colture. Come dice un caro e vecchio detto, la tecnologia ha fatto veramente passi da gigante questo è poco ma sicuro.

Come i droni stanno salvano la vita

La consegna dei pacchetti tramite drone è ancora in fase sperimentale ( Amazon e Domino hanno entrambi avuto modo di provare), ma il settore sanitario sta battendo la maggior parte degli interessi commerciali. La società di droni di San Francisco Zipline sta attualmente utilizzando un sistema di droni per consegnare sangue agli ospedali in Ruanda, e altre società stanno facendo lo stesso con le forniture mediche in tutta l’Africa e persino in alcune aree più remote degli Stati Uniti.

Le regioni in via di sviluppo con infrastrutture scadenti e frequenti interruzioni dei trasporti trarranno beneficio soprattutto dai droni di assistenza medica, ma il resto del mondo può anche trovare altri utilizzi positivi per questa tecnologia. Alcuni progetti in corso includono la fornitura di forniture mediche in seguito a disastri naturali, il trasporto di defibrillatori direttamente sul luogo di un attacco cardiaco in corso, il trasporto di organi per trapianti di emergenza e molti altri compiti che attualmente richiedono un sacco di attrezzature, manodopera ecc…. Droni di chirurgia d’emergenza autonomi spediti all’istante? Non ancora, ma forse un giorno sarà proprio cosi.

Ottenere una splendida ripresa aerea della spiaggia è un uso perfettamente valido per un drone, ma può anche essere un buon bagnino. Il primo salvataggio in spiaggia con drone è avvenuto in Australia nel gennaio 2018, lasciando cadere i dispositivi di galleggiamento ai nuotatori in difficoltà, e si scopre che gli UAV possono dare una mano in molte diverse situazioni di ricerca e soccorso.

Luoghi come il Messico, il Nepal e le Filippine hanno usato i droni per mappare le aree dopo i disastri naturali, aiutando i soccorritori umani a navigare più facilmente, e c’è persino un gruppo di volontari che si presenta e usa le loro macchine quando è necessario, facendo di tutto dallo scouting a portando i cavi. I droni hanno localizzato i sopravvissuti dopo i disastri naturali, aiutato a trovare persone scomparse e con nuove capacità come la termografia e persino il trasporto umano, potrebbero diventare una parte importante delle future operazioni di ricerca e soccorso. Presto in merito ci saranno aggiornamenti importanti.

Essere inseguiti da un drone della polizia fino a poco tempo fa era impensabile, ma i dipartimenti di polizia e le agenzie governative stanno pensando a tutto ciò per il prossimo futuro.

In altre aree, però, i droni sono già di grande aiuto. Sono già utilizzati dai vigili del fuoco per ispezionare edifici e raccogliere dati termici per aiutarli a navigare (e in futuro potrebbero persino spegnere gli incendi!), E se ci pensate, i robot per lo smaltimento di bombe possono essere tra i più antichi droni là fuori se possono essere utilizzati per rispondere rapidamente alle scene del crimine in corso, agli incidenti e ad altre situazioni di emergenza, potrebbero rendere i servizi di emergenza molto più efficienti e probabilmente salverebbero delle vite.

Certamente, le vite umane non sono l’unica cosa in gioco al mondo: i droni vengono anche usati per salvare animali, foreste pluviali e persino coralli. I droni hanno trovato posti di lavoro che monitorano le specie di piante invasive, catturano i bracconieri, documentano il comportamento degli animali e monitorano la salute dei coralli, tra le altre cose. Possono persino aiutare a salvare la Grande Barriera Corallina facendo immersioni sott’acqua e uccidendo le stelle marine che le stanno mangiando.

In definitiva, in un futuro non troppo lontano, i droni potrebbero persino assumere alcuni lavori che gli animali facevano, come l’impollinazione. Il mondo è destinato a cambiare su questo non ci piove.

Gli umani hanno escogitato modi per esternalizzare un sacco di lavori pericolosi alle macchine, ma ci sono ancora molte occupazioni pericolose. Abbiamo già robot da sciabola, droni che ispezionano le linee elettriche, droni che entrano nelle zone di contaminazione nucleare come Fukushima, e persino un prototipo di drone per il lavaggio di finestre. E, naturalmente, sono stati un grande vantaggio per l’esercito, considerando che siamo davanti a lavori estremamente pericolosi. Insomma, i droni sono il futuro.

Da un lato, i droni stanno iniziando a risolvere molti problemi. Caricare qualsiasi cosa in un elicottero e portarlo a destinazione richiede molto tempo, manodopera e denaro, mentre i droni possono essere un’operazione di una sola persona da preparare, lanciare e pilotare con rischi e costi minimi. Allo stesso tempo, un cielo pieno di sciami di droni creerebbe un sacco di problemi di sicurezza e privacy. Tutti problemi che bisognerà risolvere quando tutto ciò accadrà.

Voi cosa ne pensate dei droni?