Android

VPN su Android: come configurare un collegamento tramite proxy

La privacy su qualsiasi dispositivo mobile non è mai troppa. Questo vale anche e soprattutto per i device Android. Qui di seguito vi spiegheremo come impostare una connessione tramite VPN, per rendere più elevata possibile la segretezza e l’anonimato della vostra connessione alla rete.

VPN e connessioni sicure

L’ambiente Android è considerato più sicuro di numerose altre piattaforme, poiché basato su un OS di derivazione Linux. Ma anche se sicuro contro i virus non è al riparo da numerose vulnerabilità. Per esempio la possibile intercettazione di dati di rete durante la connessione a hotspot pubblici. Che vogliate semplicemente aggiornare il vostro status su Facebook o controllare gli ultimi Tweet, il nostro device può essere vittima di intercettazioni indesiderate.

Infatti mentre il nostro telefono è collegato ad internet, i dati da noi inviati e ricevuti potrebbero essere letti eventuali intercettatori. Tale traffico rappresenta sicuramente una manna per gli hacker nei paraggi. Questo problema è però evitarlo creando una VPN (Virtual Private Network). Questa tipologia di rete consente a vari dispositivi di comunicare in maniera protetta sfruttando la tradizionale rete Internet, costituendo una vera e propria rete privata (che può essere anche criptata per una maggiore sicurezza).

In tempi dove la violazione della privacy e la mala gestione dei cosiddetti big data sono all’ordine del giorno, diventa fondamentale potersi dotare di una rete VPN Android. In realtà quando si parla di reti VPN è bene parlarne al plurale, in quanto ne esistono diverse tipologie che variano tra loro per il livello di sicurezza offerto. L’importanza delle reti VPN non esclusivamente di tipo privato. Sono infatti tantissimi i vantaggi che le aziende possono ottenere realizzando una struttura di comunicazione e connessione di questo tipo. Oltre a quanto già anticipato in termini di sicurezza una rete VPN permette di ridurre i costi di gestire, aumenta il raggio d’azione della connettività, migliora la velocità e l’efficienza rispetto alle tradizionali reti.

Android e VPN: guida rapida

Per creare la nostra prima VPN è possibile sfruttare Windows, seguendo i seguenti passi:

1. Ricercare tramite la funzione ricerca il file ncpa.cpl, che si occuperà di creare la nostra prima connessione.

2. Dopo averlo cliccato ed aperto, mantenere premuto il tasto “Alt”, e creare una Nuova Connessione In Ingresso scegliendo l’opzione dal menu File.

3. Apparirà un form compilabile: inserire un nome utente ed una password secondo propria scelta.

4- Spuntare l’opzione relativa a IPv6 nelle schermate che successivamente appariranno, così come la casella Tramite Internet nella schermata relativa alle connessioni di rete.

5. Apriamo ora sul nostro terminale Android la sezione VPN, generalmente reperibile sotto le impostazioni di rete, con minime differenze a seconda della versione. Aggiungere quindi un profilo VPN cliccando sull’icona “+”, inserendo indirizzo server, che coinciderà con l’IP del PC.

6. La connessione è così pronta, per accedervi sarà sufficiente effettuarvi un tap ed immettere le nostre credenziali.

Avremo così accesso alla nostra VPN personale, per navigare in protezione ed al sicuro da attacchi esterni.

Se siete interessati ad utilizzare una VPN da computer potete anche dare un occhi alle migliori VPN attualmente disponibili. In alternativa sul Play Store di Google sono presenti numerose app dedicate alla creazione e configurazione automatica di una rete VPN sicura.

Non hai trovato il regalo giusto per Natale? Consulta la nostra super guida al regalo di Natale tech perfetto!
Bio autore

L'account della Redazione e degli Editori di OutOfBit.
Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Samsung Galaxy S10 riceve la sesta beta di Android 10: patch di dicembre e miglioramenti

AndroidNewsSmartphone

OnePlus 7 e 7 Pro, la OxygenOS Open Beta 6 porta le patch di novembre (e non solo)

AndroidNewsSmartphone

Oppo Reno 3 ufficiale a dicembre con supporto 5G dual-mode e ColorOS 7

AndroidNewsSmartphone

Redmi Note 8 Pro arriva in un'altra variante con 256 GB di storage