Google ha recentemente annunciato che saranno ben presto disponibili sei nuove voci per Google Assistant, attualmente disponibili solo negli Stati Uniti. Grazie al sintetizzatore vocale WaveNet, creato da DeepMind, sarà dunque possibile apprezzare nuove tonalità vocali dell’assistente virtuale realizzato dal colosso di Mountain View.

Tramite l’IA ideata da WaveNet, Google Assistant sarà in grado di interpretare interi vocabolari senza la reale necessità di affidarsi a voci reali. Grazie a questa innovazione, sarà possibile portare le voci di molte persone famose sempre con noi.

Le nuove voci per Google Assistant sono solo l’inizio

Se ti sei stancato della voce robotica dell’Assistente Google, sarai felice che presto arriveranno variabili anche disponibili per la nostra lingua. Visto che il cambio di voce in inglese sarà verosimilmente un’operazione simile a quando saranno disponibili anche in italiano, ecco la procedura da seguire:

  • apri Google Assistant
  • seleziona l’icona formata da tre punti in alto a destra sul display
  • vai su ImpostazioniPreferenzeAssistente vocale

Qui è possibile selezionare la voce preferita. In futuro saranno probabilmente disponibili voci di personaggi famosi come star del cinema o dello sport: un’idea davvero originale di Google che muove un altro passo nell’avvincente sfida con la concorrenza.

Il potenziale di questi software, abbinato ai nuovi dispositivi ideati in ottica Smart Home, fanno intendere come già nel futuro a breve termine potremo vedere dei balzi in avanti straordinari in ambito tecnologico.

Assistenti virtuali… e la privacy?

Se Google Assistant sta offrendo una serie di servizi davvero fantascientifici, anche i suoi concorrenti come Siri e Alexa non sono da meno. Un discorso a parte però andrebbe dedicato alla questione privacy che, stando ad alcune recenti ricerche, sarebbe a rischio utilizzando i suddetti assistenti virtuali.