News

Il collegamento “.new” di Google ora funziona con le voci del calendario

Google Calendar: il logo

Google ha aggiunto un nuovo modo per creare rapidamente voci del calendario quando si utilizza un browser. Se andate su “cal.new” o “meeting.new”, infatti, potrete scoprire una voce vuota di Google Calendar, pronta per poter compilare con i dettagli di un evento.

Google e il collegamento “.new”

Si tratta di una funzionalità di piccole dimensioni, ma grazie a quest’ultima non è necessario aprire l’intero calendario se si desidera solo aggiungere una singola riunione.

Google Calendar scorciatoia .new

Google offre già la possibilità di utilizzare i domini di primo livello “.new” per creare documenti G Suite. Di recente, inoltre, ha esteso la funzionalità alla creazione di note Google Keep con “keep.new”. Basta premere “Ctrl + T” e iniziare a digitare in un nuovo documento o nota, senza nemmeno dover toccare il mouse. Una funzionalità particolarmente apprezzate, che in molti sperano Google possa aggiungere anche ad altri suoi servizi. Non resta quindi che attendere e vedere cosa deciderà l’azienda in merito.

Nel frattempo, inoltre, ricordiamo che la scorciatoia .new può essere utilizzata, come ben saprete, per prendere appunti su Google Keep per Web. Il funzionamento è pressoché identico a quanto già integrato su numerosi servizi G Suite come Documenti, Fogli, Presentazioni e altri ancora. Grazie a .new gli utenti possono creare rapidamente un nota Keep digitando nella barra degli indirizzi una tra le tre diverse scorciatoie messe a disposizione dall’azienda di Mountain View, ovvero note.new; notes.new; keep.new. Ebbene, d’ora in poi potrà essere utilizzata anche per il calendario di Google.


Fonte The Verge

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Galaxy S22 Ultra arriva in una collezione limitata (con il Galaxy Watch 4)

AndroidNewsSmartphone

Chrome OS 103, Chromebook e smartphone Android collaborano meglio

AndroidNewsSmartphone

ISOCELL HP3, Samsung svela il nuovo sensore da 200 MP: tutti i dettagli

AppleNews

Apple lancia la Beta 2 di iOS 16: tutti i miglioramenti