AppleiPadiPhoneNews

La carenza di chip colpisce anche gli iPhone: Apple manca gli obiettivi

apple iphone carenza chip

Alla fine pare si stia verificando quello che Apple temeva da tempo, almeno stando alle ultime indiscrezioni provenienti dall’Asia. La carenza globale di chip, uno dei problemi principali che ha investito il settore tecnologico in questo 2021 che volge ormai al termine, avrebbe praticamente bloccato la produzione di iPhone, favorendo quello scenario da “Nightmare before Christmas” (“incubo prima di Natale”) che l’azienda del CEO Tim Cook aveva già immaginato.

apple iphone carenza chip

Stando a quanto riportato da Nikkei Asia, infatti, Apple starebbe aumentando la pressione sui fornitori a causa delle carenze relative agli iPhone e agli iPad che vanno inevitabilmente ad incidere sui tempi di consegna.

Sempre secondo il report, Apple avrebbe mancato gli obiettivi per la produzione di iPhone 13 a settembre e ottobre di circa il 20%. Inoltre la società con sede a Cupertino è stata costretta a ridimensionare il suo obiettivo di produzione totale di iPhone 13, abbassandolo a circa 84-85 milioni, in calo rispetto al suo obiettivo iniziale che prevedeva la produzione di 95 milioni di unità.

Ma le carenze non riguardano solo gli iPhone 13. Il report spiega infatti che anche le previsioni di produzione per le vecchie generazioni di iPhone sono diminuite di circa il 25% negli ultimi mesi: in più, la “Mela” si era posta l’obiettivo di costruire 230 milioni di iPhone in questo 2021, ma ad oggi si ritrova con circa 15 milioni di unità in meno.

Le criticità relative alla catena di approvvigionamento (senza contare le restrizioni sull’uso dell’energia in Cina) avrebbero costretto Apple ad interrompere l’assemblaggio di iPhone e iPad per alcuni giorni nel mese di ottobre: non era mai accaduto in oltre un decennio, come sottolinea sempre Nikkei Asia.

“A causa di componenti e chip limitati, non aveva senso fare gli straordinari nei giorni festivi e dare una paga extra ai lavoratori in prima linea”, ha detto a Nikkei Asia un responsabile della catena di approvvigionamento, che ha poi evidenziato come si tratti di un evento eccezionale: “Non era mai accaduto prima”.

Il report rileva inoltre che le carenze che interessano la produzione di iPhone, iPad e Mac riguardano i componenti periferici, inclusi “chip di gestione dell’alimentazione di Texas Instruments e ricetrasmettitori di Nexperia, nonché chip di connettività di Broadcom”.

Tuttavia, nonostante le carenze e gli obiettivi mancati, secondo il report Apple starebbe ancora facendo pressioni sui suoi partner per accelerare lo sviluppo di iPhone a dicembre e gennaio. 


Fonte 9to5Mac

Potrebbero interessarti
AppleMacNews

MacBook Pro M2, SSD più lenti rispetto al MacBook Pro M1

AppleiPhoneNews

iPhone 14 Pro, Always-On mostrerà i widget nella schermata di blocco

AndroidNewsSmartphone

Galaxy S22 Ultra arriva in una collezione limitata (con il Galaxy Watch 4)

AndroidNewsSmartphone

Chrome OS 103, Chromebook e smartphone Android collaborano meglio