Brevetti Apple, l’ultima idea è quella di prendere un iPhone, porlo all’interno di un Mac e alimentare quest’ultimo direttamente con lo smartphone.

Brevetti Apple

Brevetti Apple, potremmo dire: “Se non sono strani non li vogliamo”. Ebbene sì. Un progetto del colosso di Cupertino sarebbe legato all’iPhone capace di alimentare un Mac. Un’idea già sperimentata, occorre ricordare, da alcuni produttori. I risultati? Più o meno positivi.

Dunque, andiamo con ordine. L’idea è la seguente: prendere un iPhone e porlo all’interno di un Mac. L’azienda prevede dunque in futuro la realizzazione di un Mac privo di un vero e proprio hardware, ma che abbia display e tastiera. In questo caso, è facile capire cosa accade. L’utente andrebbe a posizionare il proprio telefono al posto del classico trackpad, e la magia è fatta.

Ma gli ingegneri di Apple non si sono certo fermati solo a questo progetto. Il brevetto, infatti, prende in considerazione anche un iPad. In quest’ultimo caso, verrebbe utilizzato come display del laptop. Nel brevetto si parla chiaramente di un prodotto privo di CPU e sistema operativo oppure implementato da un OS specifico pronto magari ad integrare nuove funzionalità.

Il progetto è ambizioso, inutile negarlo. E solo pochi giorni fa vi parlavamo degli AirPods biometrici per permettere agli auricolari senza fili di Apple di monitorare valori relativi alla salute dell’utente. Ben tre brevetti intitolati “Auricolari con sensori biometrici” che descrivono nei minimi dettagli la novità.

L’azienda di Cupertino avrebbe pensato di posizionare i sensori in prossimità dell’apertura per l’altoparlante dell’auricolare. I sensori entrerebbero dunque in contatto con il trago dell’orecchio, che si trova nella parte anteriore del condotto uditivo. Il sistema sarebbe poi ulteriormente bilanciato da una sorta di muro di contenimento posizionato nell’estremità opposta.

Apple cara, a questo punto cos’altro dobbiamo aspettarci?

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .