AccessoriAppleNews

Le batterie degli Apple AirTag potrebbero essere un rischio per i bambini

apple airtag batteria bambini

Tra i dispositivi più interessanti presentati recentemente da Apple ci sono ovviamente gli AirTag, i tracker “attaccabili” ad un determinato oggetto (portachiavi, borse, smartphone) che consentono di ritrovarlo in caso di smarrimento grazie alla tecnologia Bluetooth e all’app Dov’è.

apple airtag batteria bambini

Una delle caratteristiche degli AirTag è il fatto che la batteria può essere sostituita dall’utente. Tuttavia, stando a quanto rilevato da una catena di vendita al dettaglio australiana che prende il nome di Officeworks, questo aspetto sarebbe tutt’altro che positivo. Se ne sono accorti gli utenti australiani, che non sono riusciti ad acquistare il prodotto su Officeworks.

Il motivo? Stando a quanto affermato da alcuni utenti di Reddit, il rivenditore sostiene che la piccola batteria a bottone che alimenta ogni AirTag è facilmente accessibile ai bambini, che potrebbero metterla in bocca e rischiare di soffocare.

“La serie di Apple AirTags non sarà temporaneamente disponibile per l’acquisto da Officeworks. Il prodotto non sarà fornito a magazzino da Officeworks fino a quando non verranno fornite ulteriori indicazioni dall’Australian Competition and Consumer Commission. Officeworks continua a collaborare con Apple per affrontare qualsiasi problema di sicurezza”, fa sapere un portavoce del rivenditore australiano.

Officeworks non ha menzionato il rischio relativo alla possibile ingestione della batteria per i bambini, ma la replica di Apple sembra confermare che la criticità emersa è proprio questa: “AirTag è progettato per soddisfare gli standard internazionali di sicurezza dei bambini, compresi quelli in Australia, richiedendo un meccanismo push-and-turn in due fasi per accedere alla batteria sostituibile dall’utente – fa sapere il gigante di Cupertino – Stiamo seguendo da vicino le normative e stiamo lavorando per garantire che i nostri prodotti soddisfino o superino i nuovi standard, compresi quelli per l’etichettatura delle confezioni, con largo anticipo rispetto alla tempistica richiesta”.

Nel 2013 in Australia tre bimbi sono deceduti proprio a causa dell’ingestione di batterie a bottone. Inoltre, in media ogni settimana circa 20 bambini visitano un pronto soccorso per questo motivo. Nel 2020, l’ACCC ha lanciato un avviso promozionale a livello nazionale relativo proprio ai possibili pericoli delle batterie a bottone. Sebbene al momento non si sia verificato alcun incidente, Apple sta comunque lavorando alla revisione della confezione AirTag e all’aggiunta di avvertimenti in Australia per conformarsi alle nuove normative che verranno introdotte il 21 giugno 2022.


Fonte Phone Arena

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Samsung "cancella" il Galaxy Z Fold 2 dal sito: in arrivo il Galaxy Z Fold 3?

AndroidNewsSmartphone

Huawei sta pensando di cancellare il Mate 50: ecco perché

AndroidNewsSmartphone

Quick Share esteso anche ai prodotti di altri brand: l'idea di Samsung

EditorialeNews

Amazon Prime Day conviene davvero? Le nostre riflessioni