L’importanza dell’autoscatto è palese, soprattutto in occasione di una festa, quando tutti vogliono essere ripresi per condividere poi anche in Rete o sui social network un momento speciale. Che dire per ciò che concerne l’autoscatto per iPhone? Detto che oramai è un fenomeno divenuto di moda da qualche anno, il meccanismo non è presente in maniera diretta sul melafonino. Affinché si possa poter contare su un ritardo programmato fra il comando di scatto e l’apertura della fotocamera di iPhone, il diretto interessato deve necessariamente scaricare dall’App Store delle app di terze parti. Ecco perciò una lista delle migliori applicazioni autoscatto per iPhone.

Autoscatto Vocale

Autoscatto Vocale: un’interessante app sviluppata da btSudio che ha avuto il merito di rivoluzionare il settore delle foto fai da te, garantendo a tutti i membri di un gruppo di essere immortalati nello scatto. Dopo averla scaricata dall’App Store al prezzo di 0,89 euro, ti basterà installarla sul dispositivo (richiede iOS 4.2 o successive), ti basterà pigiare il tasto dell’autoscatto, posizionare l’iPhone sulla superficie ed impartire il comando vocale che può essere un fischio o il battito di mani. Dopo 3 secondi, verrà scattata la fotografia. Grazie a quest’applicazione di autoscatto per iPhone, non ti capiterà mai più di disturbare il primo passante chiedendogli “Scusi, ci potrebbe fare una fotografia?”.

Smiley: quest’applicazione a pagamento (0,89 euro), sviluppata da Elisa Valeria Distefano, ha il pregio di reinventare l’autoscatto. Motivo? La foto migliore è quella che avviene con il sorriso. E Smiley, come si evince dal nome, è in grado di riconoscerlo tramite il cerchio luminoso che è di colore rosso se il volto non è sorridente, di colore giallo a fronte di smorfie e di colore verde se tutti sorridono. L’app è compatibile con iOS 7 .0 o successive.

Autoscatto Vocale Plus: rientra di sicuro tra le migliori applicazioni di autoscatto per iPhone, al punto che Apple dovrebbe inserirla come nativa su iOS, a detta di chi l’ha provata. La logica di funzionamento di quest’applicazione sviluppata da Gianpiero Radano è più o meno simile a quelle descritte in precedenza: dopo il download dall’App Store al prezzo di 0,89 euro e la successiva installazione sull’iDevice con iOS 6.0 o successive, è sufficiente posizionare il dispositivo alla distanza giusta, impostare il timer, mettersi in posa da solo o in gruppo e scattare la foto mediante il solito comando vocale (urlo, fischio o battito delle mani). Ma non è tutto, visto che Autoscatto Vocale Plus presenta anche funzioni avanzate, a partire dalla Ghost Mode che permette di scattare fotografie di nascosto.

Autoscatto: di tutte le applicazioni citate in questo post, quella sviluppata da Apimac è forse la più conosciuta. Come fare l’autoscatto per iPhone? Scaricala dall’App Store al prezzo di 0,89 euro ed installala sul dispositivo con iOS 6.0 o successive. Successivamente imposta il timer scegliendo l’intervallo di tempo compreso tra 2 e 15 secondi e stabilisci gli scatti in sequenza di 2, 3 o 4 foto. Tocca l’icona e l’autoscatto è servito. Menzione speciale per il geotagging che mostrano le informazioni inerenti al luogo in cui è stata scattata la foto.

autoscatto per iPhone Wave Cam

WaveCam: se con le altre applicazioni della categoria foto e video abbiamo visto che l’autoscatto è fattibile impartendo un ordine vocale, in questo caso il livello di semplicità nel centrare l’obiettivo è ancora maggiore, visto che è sufficiente alzare la mano. Affinché l’operazione vada in porto senza problemi, dopo aver scaricato WaveCam dall’App Store al prezzo di 0,89 euro ed ultimata l’installazione sul dispositivo con iOS 6.0 o successive, lo sviluppatore YIN XUE ti invita a posizionarti a non più di 2,5 metri dalla fotocamera anteriore di iPhone. Dopo 3 secondi verrà effettuato l’autoscatto: dovrai poi solo decidere se archiviare la foto sul Rullino o condividerla sui vari social network.

Vapp: in quest’applicazione disponibile sempre a 0,89 euro, invece, il comando da impartire per effettuare l’autoscatto è di natura vocale.

Picsound: infine, concludiamo la lista delle migliori applicazioni per fare l’autoscatto per iPhone con l’unica disponibile gratuitamente sull’App Store (compatibile con iOS 5.0 o successive). Anche in questo caso, il controllo impartibile al dispositivo è di tipo vocale: affinché la procedura vada a buon fine, però, l’ambiente in cui si scatta la fotografia deve essere particolarmente silenzioso. Unico neo della versione gratuita di Piscound per iPhone è che il timer non va oltre i 3 secondi dal touch sull’icona raffigurante l’orologio..

Per concludere, tutte queste applicazioni di autoscatto per iPhone sono caratterizzate da un funzionamento intuitivo, in cui il tuo ruolo attivo di utente è ridotto ai minimi termini. Devi solo metterti in posa e dire “cheese”.