AppleiPhoneNews

Apple sta testando nuovi modi per aumentare la durata della batteria

apple iphone 13 batteria

Un aspetto degli iPhone che deve essere certamente migliorato è la batteria, e con gli iPhone 13 assisteremo a delle evoluzioni in tal senso, grazie agli sforzi di Apple volti a garantire una maggiore autonomia.

apple iphone 13 batteria

Proprio nel tentativo di migliorare la durata della batteria dell’iPhone, Apple ha appena ottenuto un nuovo brevetto dall’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO) denominato “Servizio di rilevamento dell’attenzione”. Questo brevetto riguarda una nuova funzionalità che potrebbe consentire un risparmio della durata della batteria sui futuri modelli di iPhone.

Per farla breve, quando l’utente non fissa più il dispositivo è possibile intraprendere alcune azioni che vanno a ridurre il consumo della batteria fino allo spegnimento del dispositivo. Come osserva il brevetto, “in genere, i dispositivi mobili sono progettati per funzionare da una fonte di alimentazione mobile come una batteria o da una fonte di alimentazione fissa come una presa a muro. La fonte di alimentazione fissa generalmente permette di avere a disposizione un’energia infinita, mentre la fonte di energia mobile può avere una determinata quantità di energia immagazzinata, prima che si renda necessario il rifornimento. Di conseguenza, l’energia è una risorsa scarsa che è desiderabile conservare”.

Il brevetto spiega che anche se un dispositivo è collegato a una presa non significa che non sia importante ragionare su una migliore efficienza nella gestione dell’energia; in caso contrario, un dispositivo potrebbe essere interessato da un aumento dell’energia termica e necessitare di un maggiore raffreddamento. La tecnologia brevettata non sarà pronta in tempo per essere inclusa negli iPhone 13, ma Apple ha già fatto un passo avanti aumentando la capacità della batteria sui modelli che verranno presentati tra qualche settimana. Risparmiare la durata della batteria sarà più importante che mai per prodotti come iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max, dato che entrambi i telefoni saranno dotati dello schermo ProMotion con refresh rate a 120Hz.

Una serie di strumenti per determinare il “coinvolgimento” dell’utente con lo schermo

L’aggiornamento del display 120 volte al secondo può consumare molta batteria, specialmente con il supporto 5G. L’uso di un backplane LTPO, che consente alla frequenza di aggiornamento sullo schermo di variare a seconda del contenuto, è senza dubbio utile, ma la tecnologia riportata nel brevetto potrebbe rivelarsi ancora più decisiva per risparmiare batteria.

Potrebbero essere utilizzati vari metodi per determinare se il proprietario di un dispositivo è effettivamente coinvolto con il contenuto sullo schermo. Ad esempio, lunghi periodi di silenzio senza alcun rumore da parte dell’utente potrebbero essere interpretati come un segno che il dispositivo non viene visualizzato, consentendo di oscurare o spegnere completamente lo schermo. Per capire se l’utente sta prestando attenzione a ciò che si trova sul display potrebbero essere impiegati anche altri sensori, come ad esempio un rilevatore dello sguardo e il touch screen.

 


Fonte Phone Arena

Potrebbero interessarti
AppleGuide

Cosa fare quando le ventole del Mac sono rumorose

AppleMac

Cosa fare se la batteria del MacBook non si ricarica

Consigli per gli acquistiNews

9 oggetti fondamentali per sopravvivere a un'apocalisse zombie  

AndroidNewsSmartphone

Galaxy S23 Ultra, la batteria resta da 5.000 mAh (ma il chip è il top)