La Apple continua a salire, ora è quotata come 30 Sony. L’azienda di Cupertino vale 600 miliardi di dollari e le sue azioni hanno avuto un aumento del 60% dall’inizio dell’anno.
E pensare che nell’ottobre 2011, alla morte di Steve Jobs si era verificato un calo del valore dei titoli Apple.

Si temeva un calo vertiginoso ma ciò non è avvenuto anzi, alla fine di ottobre le azioni avevano già ricominciato a salire. Gli analisti stimano che, superata la soglia dei 600 dollari l’una, le azioni potranno raggiungere la quotazione dei 1000 dollari entro la fine del 2012. Se consideriamo la Sony, regina indiscussa del mercato mondiale dell’hi-tech fino a poco tempo fa, possiamo vedere che il mercato la valuta solo 20 miliardi di dollari, cioè ci vogliono 30 Sony per fare una Apple.

Il predominio nel mutevole mondo dell’alta tecnologia si è spostato dal Giappone agli Stati Uniti e questo grazie alla Apple che con la sua tecnologia, la sua creatività e la sua politica di vendita ha conquistato fette sempre più ampie di mercato. Tutti ricordano l’enorme successo di vendita del Nuovo iPad lanciato appena in marzo e tutti sono in attesa del nuovo iPhone che arriverà probabilmente in ottobre 2012.