Apple

Un tribunale cinese ha appena imposto ad Apple il pagamento di ben 165.000 dollari per violazione di copyright.


Sappiamo bene che Apple ha un gran da fare con cause sparse un po’ in tutto il mondo. Sono molte le volte in cui è la stessa azienda di Cupertino a passare all’attacco ma sono altrettante quelle in cui riceve pesanti accuse. Ed è proprio quest’ultimo il caso di cui vogliamo parlarvi in questa news.

Un tribunale cinese ha infatti imposto ad Apple di pagare 165.000 di dollari (circa 124.828 euro) dopo la causa intentata da un gruppo di scrittori che hanno affermato che un loro lavoro è rubato e venduto tramite l’App Store.

Il giudice ritiene Apple responsabile per la vendita illecita dei lavori di otto scritto locali che sono stati trasformati  in applicazioni distribuite tramite l’App Store.  Apple d’altro canto ha affermato di tenere  in grande considerazione la questione del copyright e che è il servizio è sempre in aggiornamento per cercare di proteggere  gli autori dei contenuti e i loro diritti.

Il CWWCS (China Written Works Copyright Society) ha invece dichiarato che Apple sapeva della versione piratata già da luglio 2011 e tardò ad eliminare l’applicazione incriminata.

[VIA]