Apple è pronta a lanciare sul mercato il nuovo pennino touchscreen che sarà dotato di magneti e di nuove funzionalità riservate agli utenti più “creativi”…

Apple Pencil 2
Apple
non si smentisce mai e, nei prossimi mesi, è pronta a lanciare sul mercato la seconda generazione di Apple Pencil, l’accessorio che ha rivoluzionato il modo di utilizzare il tablet. E, come sempre accade in prossimità del lancio di un nuovo prodotto Apple, cresce l’attesa per Apple Pencil 2, un accessorio di cui si sa davvero molto poco. Noi vi sveliamo le indiscrezioni ed i primi rumors sul nuovo pennino touchscreen che potrebbe fare capolino sul mercato a marzo 2017.

Apple Pencil 2: come cambia la seconda generazione del pennino touchscreen

Il pennino touchscreen nato insieme all’iPad Pro d 12.9’’, a quanto pare, sarà molto più preciso rispetto al modello precedente e sarà dotato di magneti per agganciarsi velocemente all’iPad Pro.
Molto poco si sa, invece, sulle nuove funzionalità di Apple Pencil 2: i primi rumors apparsi in rete parlano di un pennino touchscreen profondamente rinnovato, con corpo in metallo che ci consentirà di attaccare magneticamente questo straordinario accessorio al nostro tablet. Un po’ come accade con Surface Pen di Microsoft, già dotata di appositi magneti per agganciarsi al tablet.
Ma Apple Pencil 2 andrà oltre: sembra, infatti, che il pennino touchscreen targato Apple sarà dotato anche di una clip che ci consentirà di agganciarlo ai nostri vestiti, un po’ come facevamo con le tradizionali penne.
E’ possibile, inoltre, che Apple Pencil 2 sia provvista anche di un apposito tasto con cui accedere alle nuove e rivoluzionarie funzionalità che Apple ha riservato ai suoi utenti più creativi.
A quanto pare, il pennino touchscreen sarà molto più versatile rispetto al suo predecessore: le prime indiscrezioni parlano di un accessorio straordinario, in grado di funzionare con un grande numero di applicazioni e di essere impiegato in diversi ambiti.
Quanto al prezzo, sembra che Apple Pencil 2 sarà lanciato sul mercato a 109 euro: un prezzo praticamente in linea con il suo “predecessore”.