Oltre alla Cina, l’India è un altro grande paese che potrebbe far elevare ancor di più la crescita di Apple in Asia, si parla di un grande giro d’affari per l’azienda che per il momento rimane in mano ai minori concorrenti.Apple_store_india

Pochi giorni fa Tim Cook avrebbe incontrato il primo ministro indiano e discusso sul fatto che in India i negozi Apple non esistono ancora , il CEO Apple infatti sembrerebbe intenzionato ad affidarsi alla catena di elettronica “Croma”  che ha negozi in gran parte del territorio indiano.

Secondo le ultime indiscrezioni, Cook starebbe stringendo accordi che prevedono l’inserimento di una sorta di negozio all’interno del negozio, la nota catena di elettronica dovrebbe garantire ad Apple uno spazio di circa 150-200 metri quadrati per l’esposizione e l’assistenza dei prodotti all’interno dei suoi centri.

Principalmente il funzionamento dei punti vendita in collaborazione con questo grande partner indiano si prospettano molto efficaci per espandere la conoscenza della tecnologia della “mela” su gran parte dell’Asia. Le prime sedi saranno aperte a Mumbai e Bangalore e il più grande centro Apple coprirà una superficie di circa 400 metri quadrati e sarà inaugurato a Jayanagar.
L’aspetto degli Apple Store sarà quello tipico a cui siamo abituati, con tavoli di legno e illuminazione studiata per mettere in risalto i dispositivi esposti e addetti esperti pronti ad accontentare ogni richiesta del cliente secondo la politica Apple.
Apple ha incominciato ad accennare alcune trattative già dal 2013 con potenziali partner ma quella del 2015 sembra essere la prima concreta stretta di mano che porterà i prodotti Apple in India a partire dalla fine di quest’anno e tutto grazie all’appoggio di Croma